Condannato per tratta di prostitute e fermato in A12, finisce in cella

0

VIAREGGIO – Erano le 11.20 quando una pattuglia  della sottosezione della Polstrada di Viareggio ha proceduto ad un controllo di un’Alfa Romeo 147  con  due giovani di origini rumene a bordo. Durante il controllo  gli agenti hanno notato nei due soggetti  segni di nervosismo e  reticenza alle richieste inerenti la loro presenza sul territorio versiliese. Da un accertamento al Ced tramite la banca dati Schenge del Ministetro dell’Interno è emerso che a carico del conducente, tale Ulise Lucian Birta, nato in Romania 1977 c’era un  mandato di arresto internazionale emesso dalle autorita’ rumene a seguito di una condanna per  “tratta di esseri umani”. Nello specifico,  il medesimo nel suo paese di origine aveva raggirato con la promessa di un lavoro in Spagna cinque giovani donne sue connazionali, sia maggiorenni che,  minorenni  le quali raggiunto il paese spagnolo erano state costrette con minacce e violenza all’esercizio della prostituzione, attraversando, prima di raggiungere la Spagna, Germania e  Belgio.

Al termine del completamento degli accertamenti e delle formalita’ di rito, l’uomo è stato arrestato e portato in carcere a Lucca, a disposizione del presidente della Corte di Appello di Firenze, in attesa dell’estradizione nel paese di origine per scontare la pena. Nell’operazione ha collaborato la direzione centrale della polizia criminale divisione sirene,

No comments

*