Confcommercio incontra il sindaco Del Dotto

1

CAMAIORE – Una rappresentanza del consiglio Confcommercio di Camaiore, composta dal presidente Roberto Palmerini, dal membro di giunta delegato per la Versilia Roberto Lari nonché da Laura Botarelli e Fancesca Zappelli in rappresentanza di balenari e albergatori, ha incontrato il sindaco Del Dotto per affrontare le problematiche più urgenti in vista dell’imminente apertura della stagione turistica.

L’incontro è stato cordiale e produttivo per quanto riguarda la ricchezza di temi che sono stati affrontati: sono stati infatti esaminate le principali problematiche prioritarie per lo sviluppo del territorio, a maggior ragione ora che siamo quasi alle porte della stagione turistica.

Primo punto all’ordine del giorno per i delegati Confcommercio è stata la questione-sicurezza, in particolare a Lido e sulla passeggiata a mare, dove nell’ultimo anno si sono susseguiti episodi di cronaca, anche per il proliferare dell’abusivismo commerciale. L’accordo sul potenziamento della sorveglianza passerà anche attraverso apposita richiesta alla Prefettura.

I consiglieri hanno anche portato all’attenzione del sindaco lo stato di degrado di Lido, in cui è opportuno riportare decoro e pulizia quanto prima, eliminando anche i fenomeni di microcriminalità presenti.

L’amministrazione comunque ha annunciato che in poco tempo partiranno gli interventi volti a depurare la fossa dell’Abate nel punto più problematico tra l’Aurelia e lo sbocco a mare, in modo da evitare il ripetersi di restrizioni della balneazione.

Positiva anche la notizia della messa in sicurezza del tratto della via Italica tra via Masini ed il distributore Q8, a beneficio di residenti e commercianti, mentre per quanto riguarda il centro storico a breve saranno creati 500 posti auto, previo accordo di riqualificazione di un’area privata.

L’impegno delle parti è di rivedersi a breve per collaborare in maniera concreta alla soluzione delle tante questioni di massimo interesse per l’imprenditoria camaiorese, tra cui l’esposizione di idee e progetti relativi alla zona di piazza Romboni e via Fondi, lo sviluppo dell’area Dini e Denna e la creazione di eventi tanto nel capoluogo quanto sul litorale.

 

1 comment

  1. Gianni 23 marzo, 2015 at 12:56 Rispondi

    500 nuovi parcheggi richiedono circa 10-15.000 mq (10 mq per ciascun parcheggio + 10-20 mq per le manovre e la circolazione all’interno del parcheggio), ovvero un ettaro, un ettaro e mezzo. Se quelli che chiedono nuovi parcheggi hanno ragione, dovrebbe risolvere tutti i problemi di parcheggio del Centro Storico. Ma se, come succede dappertutto, i parcheggi richiamano più auto e più caos, fra qualche anno saremo qui daccapo a discutere “ci vogliono più parcheggi”… Nel frattempo si batte la fiacca sulle piste ciclabili che costano meno, portano più clienti ai commercianti locali e pesano di meno sul territorio.

Post a new comment

*