Confesercenti: aumentano i soci ed a presto la nuova sede

0

VIAREGGIO – Una associazione in crescita e pronta ad investire. Questo il quadro che è emerso dalla presidenza della Confesercenti Toscana Nord che si è riunita a Pisa la settimana scorsa per approvare il bilancio di previsione 2015. Riunione alla quale hanno partecipato anche il presidente regionale e vicepresidente vicario nazionale dell’associazione Massimo Vivoli e l’amministratore delegato di Italia Comfidi Emilio Quattrocchi. “Il 2014 è stato un anno durissimo per le imprese del nostro territorio così come per il resto d’Italia – ha detto il presidente di Confesercenti Toscana Nord Roberto Balestri. Sono soprattutto i piccoli e medi imprenditori ad accusare questa crisi. Noi abbiamo provato a dare risposte concrete sia sotto l’aspetto della tutela sindacale che per quanto riguarda i servizi e il risultato è stato di apprezzamento da parte delle imprese. Il coraggio di tanti imprenditori che hanno deciso di andare avanti nonostante le difficoltà è stato per noi una spinta in più ad agire ed a ricercare gli strumenti sempre più adatti e mirati. Una politica associativa che ha pagato, visto che abbiamo chiuso l’anno con un incremento del 15% del numero degli associati”. E’ quindi partendo da questo segnale positivo che Confesercenti Toscana Nord ha deciso di investire in modo deciso nel 2015. Spiega Marco Sbrana, direttore Confesercenti Toscana Nord: “Abbiamo approvato un bilancio ed un programma per il 2015 molto ambizioso a cominciare dall’investimento sulle due nuove sedi di Pisa e Viareggio che inaugureremo prima dell’estate. A Pisa sarà nel quartiere di Porta a Mare con inaugurazione a maggio, nuovi e più funzionali spazi per dare sempre più servizi qualificati ai nostri soci. Una associazione che cresce e decide in questo modo di dare maggiore efficacia alla propria azione di rappresentanza”. Poi le strategie associative. Ancora Sbrana: “Decentramento, comunicazione, formazione e credito saranno i nostri cavalli di battaglia per i prossimi anni, consapevoli che interagendo con le imprese siamo in grado di trasmettere in modo efficace le nostre idee e quindi raccogliere i giusti consensi. Start-up e piccole e medie imprese rappresentano per noi i “settori” sui quali scommettere maggiormente insieme a negozi di vicinato che sono la costola fondamentale del tessuto economico nazionale. Sul nostro fronte pisano – conclude il direttore -, l’impegno a sostegno dei Centri commerciali naturali, vero volano per la ripresa del commercio tradizionale nei confronti di una grande distribuzione dilagante, ha significato la costituzione di 30 Ccn nel 2014 e la realizzazione di 5 progetti di marketing aziendale, in rappresentanza di 25 Ccn, che siamo riusciti a vincere e che hanno ottenuto, anche quest’anno, i finanziamenti dalla Regione tramite il bando dedicato; progetti che, a differenza di altri presentati nella provincia di Pisa, hanno ottenuto un finanziamento pari al 50% del costo preventivato”.

No comments

*