Il consigliere straniero? Daddio: “Solo polvere negli occhi”

0

CAMAIORE – “Fa un po’ sorridere la frase: “Abbiamo trasformato il Comune in un Palazzo di Vetro.” Probabilmente il sindaco Del Dotto ha un concetto tutto suo di trasparenza. A me pare che le pareti siano di vetro in quanto a fragilità, ma satinato in modo da non far intravedere niente all’interno! In questa vetreria i cittadini hanno solo trovato enormi difficoltà perfino a colloquiare con gli amministratori, che non hanno volutamente fatto nemmeno da filtro con gli uffici, come sarebbe stato invece necessario e doveroso”.

E’ il candidato a sindaco Marco Daddio ad affermarlo:

“Si enfatizzano le “assemblee di zona” che si sono riunite ben 32 volte, vale a dire due o tre volte ciascuna, con grandi contributi dati all’Amministrazione: quante volte hanno discusso prima il bilancio di previsione? Quante loro proposte sono state tradotte in scelte politico-amministrative, se non addirittura in delibere dell’esecutivo?

Di questo aspettiamo il resoconto del Sindaco Del Dotto quando si parla di partecipazione, tutto il resto è demagogia pura e semplice.

Il consigliere straniero rappresenta solo l’illusione della politica di trasmettere il senso di tolleranza e il desiderio di promuovere l’inclusione sociale, sentimenti giustissimi e condivisibili, ma che risultano ininfluenti nell’azione politico amministrativa.

Insomma la solita polvere negli occhi”.

No comments

*