Consiglio Comunale, approvati tutti i punti tranne uno

0

FORTE DEI MARMI – Approvati tutti i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale ad eccezione dell’ultimo che è stato rinviato alla prossima riunione. L’assise consiliare, dunque, ha dato parere favorevole al Piano di razionalizzazione delle società partecipate che prevede la dismissione del Comune di Forte dei Marmi in Versilia Acque Spa per la quota detenuta del 4,77%, in Fidi Toscana Spa per la quota dello 0,0108%, nella Società Antro del Corchia Srl per la quota del 5%. Riguardo a Ersu la legge regionale prevede il conferimento dell’attività a Retiambiente Spa, nei tempi e con le modalità che l’Autorità d’Ambito non ha ancora precisato. Per quanto riguarda, invece, le società la cui partecipazione verrà mantenuta (Multiserivizi, socio unico al 100%, Gaia Spa quota del 4,645%, Ersu spa quota del 17,48%, Erp Srl quota 2,62% e CTT Nord quota 0,06%) il Piano prevede che per le società pluripartecipate il sindaco o il suo delegato impegnino ad adottare misure per la riduzione dei costi compreso quelli derivanti dalle indennità degli amministratori. Sul versante della Multiservizi, essendo socio unico il Comune, il Piano dispone già dal 2015 una riduzione del 20% della remunerazione degli amministratori ed una contestuale riduzione di almeno il 4% delle spese per prestazioni di servizi. Approvato anche l’avvio del procedimento alla variante normativa al Regolamento urbanistico, che dovrà essere adottata a breve allo scopo di recepire o modificare i parametri urbanistico edilizi previsti dalla nuova legge regionale. Il consiglio ha dato parere favorevole anche all’adozione della disciplina della distribuzione e localizzazione delle funzioni, reduce dal completamento dell’iter da parte della commissione urbanistica. Adesso, dopo il periodo delle osservazioni dei cittadini tornerà al vaglio del consiglio per l’approvazione definitiva. Dopo l’incontro partecipativo tenutosi a Villa Bertelli lo scorso febbraio, verrà organizzato un nuovo forum con un dibattito pubblico. Il piano delle funzioni metterà finalmente dei precisi paletti, nel senso che disciplinerà con un regolamento da rispettare le attività commerciali del centro storico .“Il piano – ha ribadito nella seduta consiliare il vice sindaco Michele Molino- sancisce il procedimento amministrativo urbanistico dei divieti riservati alle attività incompatibili con il centro storico, rafforzando quei principi contenuti solamente in semplici delibere. Infine, il consiglio ha approvato le modifiche al regolamento per la disciplina delle arti di strada.

No comments

*