Consorzio Le Bocchette, idee e progetti in fase di trasformazione

0

VERSILIA ( di Alessandra Delle Fave ) – Il Consorzio le Bocchette, attivo dal 1996, e storicamente il primo Consorzio industriale costituitosi in Versilia, sta programmando un importante processo di trasformazione, di rivisitazione dei suoi servizi e delle sue attività. Un vero e proprio processo di innovazione che vedrà una trasformazione verso una gestione di tutta l’area industriale e delle sue 200 pmi, ad oggi insediate.

Un cambiamento importante, indispensabile e positivo che, a detta del Presidente Pier Luigi Benaglio, porterà una nuova immagine e un nuovo decennio da scoprire, per riprendere quella importante opera di divulgazione che ha sempre contraddistinto il Consorzio.

Proprio su questo importante e nuovo percorso, si è discusso, in questi giorni con l’amministrazione Comunale di Camaiore, in particolare con il Sindaco Alessandro Del Dotto e con l’Assessore Simone Leo,  consapevoli del fondamentale ruolo assunto negli anni dal Consorzio, come volano e guida dell’area industriale.

Il bando Apea, commenta il Sindaco Del Dotto, che sta trasformando la zona, in area produttiva ecologicamente attrezzata, è l’esempio lampante di quello che un Consorzio, in sinergia con un’amministrazione,  può e dovrebbe fare, cosi come, ad esempio, in passato, lo sono stati eventi come il Bocchette Expo che per anni ha creato un polo di attrazione e di conoscenza dell’area artigianale.

Una trasformazione, precisa il Presidente Benaglio,  che vedrà il Consorzio come gestore di tutta una serie di servizi ed attività, che avranno un unico obiettivo: far risparmiare le aziende, quindi creare economie di scala, reinvestendo i risparmi in servizi alle imprese ed in attività di miglioramento dell’area.

Su questo ultimo aspetto, il Consorzio ritiene che l’area industriale, debba essere maggiormente vissuta, sia da parte degli imprenditori e dei loro addetti, che da parte di cittadini e residenti. Per questo motivo, pensare ad un’area migliorabile e vivibile, è ancora uno degli obiettivi a medio termine del Consorzio. Sport e tempo libero, quindi attività di jogging o allenamenti dilettantistici su due ruote, potrebbero essere ben contestualizzati, con circuiti segnalati ed ospitati nelle strade dell’area industriale, in particolare nello ore pomeridiane/serali, quando il flusso di traffico diminuisce.

Un’area, che per la sua posizione geografica, circoscritta dal verde, si presta bene a determinate attività sportive e che grazie anche all’imminente inserimento di 21 videocamere di videosorveglianza che tracceranno tutta l’area industriale, la faranno divenire, la prima area industriale interamente  video sorvegliata.

Su questo importante progetto, in fase di realizzazione, prosegue il Presidente, stiamo cercando di offrire alle aziende qualcosa in più ed è per questo che insieme all’amministrazione comunale ci siamo rivolti alla Prefettura per cercare di video sorvegliare l’area, con un controllo notturno sicuro e puntuale, che garantirebbe non solo più sicurezza contro furti, atti vandalici, abbandoni di rifiuti e prevenzione incendi, ma anche importanti risparmi per le imprese del territorio.

Quindi un’area più sicura, verde ed attrattiva che potrebbe contenere nuove e definite aree attrezzate, a verde pubblico, per un pranzo quotidiano o semplicemente per il piacere di ritrovarsi a fare due chiacchiere, in un’area verde piacevole e protetta.

Questa è solo una delle tanti trasformazioni che investirà il Consorzio e che siamo sicuri condurrà, lo stesso, verso un innovativo modo di approcciarsi e gestire le imprese ed il territorio.

 

No comments

*