Coop Torre del Lago, Marchi: “Per noi lo sciopero è riuscito, pronti a discutere”

0

TORRE DEL LAGO – “In sè per sèlo sciopero di ieri 11 gennaio è andato bene, se non fosse per la scorrettezza della direzione Unicoop, che ha inviato a lavorare i suoi ispettori, il direttore delle vendite, un numero importante di persone a lavoro per dare lo smacco dell’apertura, ma non ci sentiamo sconfitti” afferma Umberto Marchi segretario della Filcams Cgil, “siamo orgogliosi di quanto accaduto, i lavoratori sono rimasti fedeli alle loro dichiarazioni, hanno detto che non avrebbero fatto retromarcia e non l’hanno fatta, hanno lavorato solo coloro che non potevano dire di no, alcuni capi reparto e dirigenti della cooperativa mandati da Firenze per bloccare lo sciopero indetto”.

“L’abbiamo detto e lo vogliamo ripetere” dice Marchi,” i lavoratori non chiedono sia soppressa l’apertura domenicale, ma pretendono essere considerati come persone e non come ha fatto la cooperativa come numeri matricolari. Sono anni che lavoriamo in questa cooperativa sostiene Cinzia Baldini Rappresentante Sindacale Unitaria del negozio incoop di Torre del Lago, in anni di lavoro ci hanno sempre informato di quanto volevano fare e già da un po di tempo notiamo cambiamenti e non vogliamo rimetterci noi, per i mancati passaggi della cooperativa, affermare solo che qualcosa è sfuggito certo non può essere una soluzione. Abbiamo chiesto alla cooperativa un passo indietro, in fin dei conti lo sbaglio non è nostro, ma niente, le decisioni della direzione, sbaglio o non sbaglio, non si discutono. Siamo con la gente, continua Marchi, si sentono privati della loro identità, si fa solo cosa decide Unicoop, questa cooperativa non la conosciamo più, dice avere i valori della cooperativa ma ha le sembianze di un’azienda, sta facendo come i camaleonti, cambia pelle quando meglio fa comodo e non considera se non a parole la forza lavoro, la materia prima, i lavoratori che tirano avanti il negozio”.

Unicoop è riuscita ad aprire vero, ma a parte i clienti che sono andati a fare la solita spesa, dalle 13,00 alle 13,30 sono entrati solo tre clienti, un numero veramente esiguo, non sappiamo la loro spesa, ma certo sono non potrà essere un grande incasso, quindi sembra proprio che quanto affermiamo sulla convenienza ad aprire ci dia ragione, forse anche loro si sono resi contro che Torre del Lago è una cittadina estiva, molto partecipata da turisti, ma nel periodo invernale dobbiamo fare i conti con i solo residenti.
,
Vogliamo ancora richiamare ad un senso di responsabilità Unicoop, conclude Umberto Marchi, siamo ancora in tempo per cercare di trovare una soluzione, certo che questo atteggiamento non porta nella giusta soluzione, siamo certi che i lavoratori rispondono positivamente, ma a volte paga di più la considerazione della parte economica e il personale di Torre del Lago l’ha dimostrato, hanno perso molti soldi per avere rispetto.

Lucca, 12 gennaio 2015

No comments

*