“Cosa sta facendo e potrà fare il Parco per il rilancio di Viareggio e di Torre del Lago?”

0

VIAREGGIO – Sabato 20 dicembre, dalle 9.30 alle 13.00, presso la sala di rappresentanza del palazzo comunale di Viareggio, si terrà l’incontro pubblico sul tema “Cosa sta facendo e potrà fare il Parco per il rilancio di Viareggio e di Torre del Lago?”, al quale l’Ente Parco invita a partecipare i rappresentanti delle istituzioni e delle forze politiche locali, le associazioni e tutti i cittadini.
Ad aprire il dibattito sarà il Presidente del Parco, Fabrizio Manfredi, che farà un’ampia introduzione sull’area protetta, spiegando quali siano le attività in corso, le prospettive per il futuro, le competenze dell’Ente, dando poi ai presenti la possibilità di prendere la parola.
Obiettivo dell’incontro non è solo far conoscere agli attori del territorio la strategia complessiva dell’Ente Parco, le sue politiche e i progetti più significativi su cui da tempo si sta muovendo e sui quali sta lavorando per il prossimo futuro, ma ascoltare anche opinioni e punti di vista diversi, che possano fornire spunti costruttivi di confronto.

«Nel momento di particolare difficoltà che sta vivendo il territorio di Viareggio, sia come città in cui la crisi economica e sociale ha colpito e continua a colpire duramente, sia come istituzione comunale che ha dovuto subire un commissariamento amministrativo e finanziario, ritengo che tutti gli altri enti e istituzioni debbano fare la loro parte per tentare di delineare scenari possibili per un diverso futuro e fornire il loro apporto – spiega il Presidente del Parco, Fabrizio Manfredi.
Per questo, come vertice politico del Parco naturale Migliarino San Rossore Massaciuccoli, un’area protetta che coinvolge una porzione importante del territorio di Viareggio e di Torre del Lago, sento il bisogno di informare in modo più ampio e di far conoscere le idee, le proposte e il lavoro che stiamo portando avanti da tempo e, su tali temi, avere un momento di confronto pubblico con le organizzazioni politiche, le associazioni di categoria e ambientaliste, le altre forme di aggregazione sociale o i semplici cittadini; tutto ciò per provare a dare un contributo al rilancio della città e del suo territorio e per far comprendere quali siano le prerogative dell’Ente Parco in tema di tutela e conservazione ambientale, ma anche quanto esso sia promotore di uno sviluppo più attento alla sensibilità della natura, e fondato su un utilizzo consapevole delle sue risorse.»

 

No comments

*