Crimini: “Qualcuno faccia leggere a Dati e Guidi i rapporti del Ministero dell’Interno”

0

VIAREGGIO – “Qualcuno faccia leggere uno dei tanti rapporti del Ministero dell’Interno sulla criminalità a Dati e Filippi del PD.” afferma Michele Ghilarducci, capogruppo della sezione viareggina di Forza Nuova “Gli esponenti del PD viareggino prima di fare certe affermazioni farebbero bene a documentarsi, esiste una palese correlazione tra criminalità e la presenza di stranieri sul territorio nazionale. Gli stranieri in Italia oggi rappresentano circa l’8% dei residenti, ma questo 8% riesce a commettere circa il 40% delle violenze sessuali e ben oltre il 50% dei furti con destrezza e dei furti in abitazione, tanto per citare qualche dato. Per ottenere certe informazioni è sufficiente saper utilizzare un qualsiasi portale di ricerca su internet per ottenere i dati ISTAT e quelli del Ministero dell’Interno, ci può riuscire anche un elettore medio del PD” prosegue Ghilarducci “Ma la cosa buffa è che a parlare di sicurezza e di criminalità siano proprio gli appartenenti al partito con il maggior numero di indagati, il partito che soltanto in Toscana è coinvolto in innumerevoli scandali, come il buco dell’ASL di Massa, lo scandalo del Forteto, Monte dei Paschi di Siena, Banca Etruria, per non parlare dell’intera giunta del Comune di Pistoia che risulta indagata” prosegue Ghilarducci “Sono inoltre inutili le affermazioni degli altri partiti politici, che per contrastare la criminalità fuori controllo nelle zone calde della città auspicano per un intervento massiccio delle forze armate e delle forze dell’ordine, le quali, con le leggi attuali, non possono far altro che vigilare senza poter risolvere il problema alla radice. L’unica soluzione possibile per riportare la criminalità e l’ordine pubblico a livelli umanamente accettabili nella città di Viareggio è il rimpatrio forzato degli stranieri cittadini dei paesi Africani, non esiste altra soluzione, ma a quanto pare in Italia oggi non esiste la volontà politica per poterlo fare”.

No comments

*

Falso corriere arrestato per tentata truffa

CHIESINA UZZANESE – Falso corriere  arrestato per tentata truffa. Si è presentato nel tardo pomeriggio di ieri presso il calzaturificio “Gozzi Alberto s.p.a.”  di Chiesina ...