“Cumulo di incarichi per Fabrizio Miracolo, la sua presidenza in due società partecipate è inopportuna”

1

VIAREGGIO -“Cumulo di incarichi per Fabrizio Miracolo, la sua presidenza in due società partecipate è inopportuna”.

Lo scrive in una nota il segretario del Pd di Viareggio Filippo Guidi:

“Il Comune di Viareggio insiste nell’indicazione dell’avvocato Fabrizio Miracolo  alla presidenza di due società partecipate, contravvenendo ad un delibera della stessa maggioranza che avrebbe dovuto impedire il cumulo di incarichi e di retribuzioni. La conferma del Cda di Sea Ambiente poteva essere l’occasione per indicare una Presidenza diversa e condivisa sia con il comune di Camaiore, sia con la stessa Rete Ambiente. Infatti non è certo che la società di ambito sarà attiva come soggetto unico prima della gara per l’individuazione del socio privato. Dunque, una volta avvenuto il conferimento, potrebbe essere intrapresa la strada di nomina di un Amministratore Unico come fatto per la vicina Ersu. Altro che riduzione di incarichi, dunque,  come promesso nella campagne elettorale, si vanno invece ad aumentare a dismisura incarichi, compensi e potere in capo ad un unico soggetto.

Tale  Presidenza  ci appare, inoltre, inopportuna perchè oltre ad essere ancora in attesa del parere dell’autorità nazionale anticorruzione in merito al rispetto della legge Severino, come suggerito da tempo dagli stessi sindaci revisori dell’azienda, potrebbe entrare in conflitto di interesse con la  Presidenza ricoperta in Sea Risorse, visti i contratti di natura economica che legano le due società che operano entrambe nel settore dei rifiuti.

Non comprendimao, perciò, l’insistenza. Possibile non si possano trovare a Viareggio e non solo, altre soluzioni e che questo sia l’unico profilo a disposizione del Sindaco? E’ opportuno che vi siano tre incarichi retribuiti che possono essere ricondotti ad un’unica famiglia? Perché non si vuole trovare una soluzione condivisa dagli altri soci dell’azienda?

Chiediamo al sindaco, all’assessore all’ambiente e alla maggioranza consigliare di rispondere e di spiegare alla cittadinanza i motivi di questa scelta”.

1 comment

Post a new comment

*