Dà in escandescenza all’interno di un bar: arrestato dalla Polizia

0

VIAREGGIO – La solerte opera di controllo del territorio a cura delle Volanti del Commissariato di Polizia di Viareggio non conosce sosta. Infatti, nel pomeriggio di ieri intorno alle ore 15 giungeva sulla linea di emergenze della Polizia di Stato una richiesta di aiuto da parte del personale di un bar di Piazza Dante a Viareggio a causa della presenza di un soggetto ubriaco molesto. Sul posto gli operatori sentivano la richiedente che riferiva come poco prima un cittadino marocchino a lei noto, tale Ibrahim Kimi, si era presentato in evidente stato di ebbrezza, pretendendo la somministrazione di altre bevande alcoliche. All’ ovvio rifiuto da parte del gestore, l’extracomunitario dava in escandescenza ed iniziava a mettere a soqquadro i locali del bar creando paura e scompiglio tra gli altri avventori che lasciavano velocemente il bar. Il marocchino, a quel punto, lasciava il bar e si allontanava velocemente lungo la corrente via Mazzini, in direzione del mare. I segni delle intemperanze dello straniero erano ancora visibili agli operatori della Volante al loro arrivo sul posto.  Acquisite le sommarie descrizioni del soggetto, la volante ne iniziava la ricerca per le vie del centro cittadino. Il marocchino veniva rintracciato di lì a poco sempre in piazza Dante, mentre si avvicinava nuovamente al bar – presumibilmente con l’ intento di pretendere ancora la somministrazione di bevande alcoliche – ma veniva prontamente bloccato dagli operatori. Vistosi bloccato, l’ uomo – sempre in evidente stato di agitazione psicomotoria a causa dell’eccessivo consumo di sostanze alcoliche –  si scagliava con violenza contro uno degli operatori ferendolo al volto. A quel punto, dato che la situazione stava creando scompiglio tra i presenti colà accorsi per lo più incuriositi dalle urla dell’ubriaco, gli operatori si vedevano costretti, per la salvaguardia della propria incolumità e per sedare l’irruenza violenta del soggetto, ad ammanettarlo ed a farlo salire sulla vettura di servizio, non senza fatica data la mole dello stesso e per lo stato di agitazione in cui si trovava. Il cittadino, finalmente, veniva identificato per Ibrahim Kimi, del Marocco, in Italia senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati in materia di stupefacenti, lesioni, minacce, inosservanza all’ordine del Questore ad uscire dallo Stato del 20 febbraio 2013, e  tratto in arresto per resistenza, minacce a lesioni a Pubblico Ufficiale . Nella mattinata l’arrestato è stato processato con rito direttissimo presso il Tribunale di Lucca.

No comments

*