Daniele Mazzoni: “Non vendo i voti dei cittadini che mi sostengono”

PIETRASANTA – È arrivato accompagnato dai suoi primi sostenitori, i figli Niccolò e Misha, e dalla moglie Tania. Daniele Mazzoni, vicesindaco uscente e leader della lista civica “Siamo Pietrasanta”, ha lanciato dalla sede del comitato elettorale di via Martiri di Sant’Anna, la sua campagna per le elezioni amministrative. Affiancato dagli amici e compagni di viaggio, l’ex assessore Lora Santini e l’ex consigliere Daniele Taccola, ha presentato di fronte a 250 persone il suo progetto per la città: “Sono felice di vedere qui facce diverse da quelle che vanno di solito alle inaugurazioni di partito, anche perché io – ha esordito con un sorriso – non voglio promettere posti a nessuno. Il gruppo che mi sostiene è formato da persone semplici e per il consiglio comunale ho messo insieme una squadra fortissima, fatta da pietrasantini che lavorano e non hanno mai fatto politica, ma hanno a cuore la loro città”.

 

Poi le anticipazioni sui temi della campagna elettorale: “Non mi vedrete fare selfie o girare fiction sui cantieri aperti in città – ha detto Mazzoni – perché io ci sono sempre stato e i pietrasantini lo sanno, non ho bisogno di spot elettorali. Continuerò la mia battaglia sui temi dell’ambiente e pazienza se rischierò qualche altra querela dalla società che gestisce la discarica di Cava Fornace. Voglio incidere anche sui costi della politica, razionalizzare organizzazione e budget della Versiliana, perché è immorale spendere un milione di euro quando il Comune non può garantire a tutti i cittadini una casa e un lavoro. Metteremo a punto un piano Marshall per la scuola, tra le nostre priorità ci saranno la difesa della sanità e la gestione pubblica dei rifiuti”.

L’appello all’unità del centrodestra? “Una settimana fa mi hanno detto ‘in bocca al lupo’ e dato dell’egoista, ora mi vogliono al loro fianco – replica Mazzoni – Io sono il garante di un progetto sostenuto da tanti cittadini e non vendo i loro voti per un posto in coalizione o una poltrona. Il confronto voglio farlo sulle persone e sui progetti, non sulla conta dei voti e sugli apparentamenti. Ho scelto la linea della coerenza quando mi sono candidato e intendo portarla avanti, ma resto aperto alla convergenza con tutte le forze politiche, compreso il centrodestra, sul fronte dei temi che toccano Pietrasanta”.

“Torre Matilde vendesi”

VIAREGGIO – A.A.A., Torre Matilde vendesi. Una “carnevalata”, goliardia pura, o denuncia simbolica della situazione dei monumenti viareggini lasciati a sè stessi? “Vendesi a dù ...