“Dati, se il buongiorno si vede dal mattino…”

0

VIAREGGIO – Leggo delle esternazioni del Commissario (mi sia concessa un’unica battuta: ma non si poteva trovare un titolo meno “evocativo” di trascorsi storici rispetto a quello, appunto, di Commissario di Partito?!) Dati durante l’assemblea PD e rimango, non solo io in verità, basito (il mai abbastanza compianto senatore Caprili mi perdonerà se prendo in prestito questo suo bellissimo modo di dire…). All’indomani dell’assemblea del Pd, dove la “colpa” del disssesto è andata a Luca Lunardini ( leggi anche:  Diatriba finita, Del Ghingaro corre da solo, Luca Poletti è il candidato targato Pd , Assemblea di fuoco, parla Betti: “Non ho ceduto ai ricatti, e ho firmato la mia condanna a morte” Dati chiama a raccolta gli iscritti del Pd: “No alle primarie” ),) è Alessandro Santini, Forza Italia, a intervenire:
“A fronte di vicende interne al suo Partito che fanno sembrare una telenovela brasiliana (con tutto il rispetto per le telenovele brasiliane) un saggio di semplicità, quello che Il non-viareggino Dati sa balbettare e’ solo il banale ritornello ( di cui la Città e’ da anni annoiata spettatrice) che tutte le colpe sono dei 4 anni di amministrazione di centrodestra a fronte del disastro di decenni di amministrazione di sinistra!
Il non-viareggino Dati si scorda dei 10 anni del SUO sindaco Marcucci e dei 200 milioni di debiti (comune+partecipate) da esso lasciati. Mega-debito  che, se è vero come è vero che oggi e’ ridotto ad una sessantina vorrebbe dire che il tanto vituperato centro-destra qualcosa avrebbe fatto per rimediare al disastro trovato (la matematica non dovrebbe esser un’opinione neppure per i commissari PD non viareggini).
Si scorda che il termine della giunta di centro-destra risale oramai a quasi tre anni fa e quello che oggi esiste e’, per forza di cose, passato non solo dai precedenti 15 anni PD ma anche da un Commissario prefettizio,  Mannino (in verità nell’intervento di Betti durante l’assemblea del PD,  tale Commissario e’ stato pesantemente ricordato, così come, in genere, frequenti sono i suoi attacchi all’attuale Commissario Valerio Romeo) e da successivi quasi due anni del SUO Betti. Un Betti che, sempre lo smemorato Dati, scorda esser mandato a casa a furor di popolo con voti decisivi dello stesso PD.  Non si capisce perché debba esser accaduta questa sonora defenestrazione se era così bravo come lui lo descrive. E se era davvero così bravo come descritto perché non lo ha ricandidato nonostante la sua disponibilità? Perché per trovare un candidato sindaco per Viareggio e’ voluto andare a pescare a Stiava ( con tutto il rispetto per la piccola frazione di Massarosa)? Perché, tra l’altro far finta che Poletti non sia del PD? Perché essere così sbeffeggiate verso un ex-sindaco PD? Non certo perché vien da fuori. Tanto un candidato fuori Viareggio l’ha cercato lo stesso? Di fronte a questa triste telenovela il tentativo di cortina fumogena sul centro-destra che “mangia i bambini” ( o erano certi commissari di partito a mangiarli…?) lascia solo delusi, e non mi riferisco solo a me o ai membri del PD che magari per un malinteso senso di appartenenza tacciono, ma a tutta la città”.

No comments

*