“Che degrado: a Viareggio non ci metterò mai più piede”

20

VIAREGGIO – “Troppi abusivi, oltre al degrado. A Viareggio non ci metterò mai più piede”. Lo sfogo arriva da un turista. “Passato il ferragosto, e la calca, questa mattina, visto il bel tempo, mi sono detto: perchè non fare un salto sulla costa?”. Il racconto, con foto, è arrivato alla nostra redazione: “Ho preso il treno e sono partito. Man mano, ad ogni stazione, sono saliti stranieri pieni di borsoni. Sceso dal treno, mi sono ritrovato nella piazza antistante lo scalo tra almeno 15 marocchini che parlottavano tra loro, loschi figuri, sicuramente irregolari, che facvano capannello. Poi, arrivato in piazza Mazzini l’apoteosi: bivacchi di stranieri nelle aiuole e parcheggiatori abusivi a chiedere il pizzo a chi voleva parcheggiare, nonostante il parcheggio sia a pagamento, una donna di mezza età minacciata dal vu parcheggià di turno per avere 1 euro, e  nessun vigile urbano presente per mandarli via. Vi sembra normale? A me no.  Consapevole del fatto che anche da altre parti la situazione non è diversa, credo che si debbano comunque prendere provvedimenti seri. Io vivo in un posto splendido, piccolo comune di campagna, pieno di gente che viene ogni fine settimana per mangiare nelle tante osterie presenti sul territorio, dove di abusivi non ce n’è memmeno l’ombra e mi chiedo se il mio paese sia una eccezione preziosa. Di questa giornata al mare resta solo l’amarezza di aver speso dei soldi per un ombrellone al mare e non aver goduto nulla: in 6 ore in spiaggia ho contato la bellezza di oltre 50 vu comprà: tutti con la stessa merce, dalle borse agli accendini, ma nessuna forza dell’ordine a farmarli”

20 comments

  1. anteo zamboni 22 agosto, 2016 at 07:55

    tornaci nel tuo splendido comune, una descrizione degna del più beota leghista, viareggio fa volentieri a meno della tua presenza.
    a me danno fastidio più i cialtroni come questo che i ragazzi senegalesi, te hai il diritto a dir la tua, io la mia.
    fora dai ball ciaultrun

    • Francesco B. 22 agosto, 2016 at 12:29

      è per quelli come te che Viareggio è una fogna e per sempre sarà così. Che cazzo c’entra essere leghisti, se a te sta bene vivere nel degrado che è la tua città fai pure, ma non obbligare gli altri a farlo.

      • KnowYourself 24 agosto, 2016 at 00:01

        Preferisco mille volte aiutare chi ha bisogno che avere dei tutisti del genere.
        Ah e ip degrado non è portato solo dai migranti ma anche dalle migliaia di viareggini che sporcano le strade e si disinteressano del pubblico decoro.

    • eugenio 24 agosto, 2016 at 00:49

      I turisti partano benessere ,vorrei vedere di che cosa camperebbe viareggio …non penso col degrado e tutti gli estra comunitari che ci sono e tutta la sporcizia che portano….perché tutti quei rompiballe dei vocumpra almeno io li spedire tutti al proprio paese e insieme a loro pure te che senz’altro nella vita sei un fallito.stasera ero a cena a Viareggio e posso garantire tutto il merda che c’è e senz’altro non ci tornerò più.

  2. Mario Ricci 22 agosto, 2016 at 08:11

    E intanto a Torre del Lago nei locali ambulatori presso la Misericordia (come la Caritas sempre a caccia dei quattrini di Pantalone elargiti dal ministro Alfano) stanno allestendo stanze e servizi per 20 cosiddetti profughi, ovvero ospiti a sbafo per almeno un anno. Poi dopo diverranno clandestini e parassiti. Ma quand’è che ci svegliamo?

  3. Viaregginese 22 agosto, 2016 at 09:09

    Anteo il problema a Viareggio è la gente come te che difende l’illegalità… Infatti si vede in che totale stato di abbandono e degrado è Viareggio. Te sei quello che difende chiunque, magari anche poveri spacciatori disoccupati sparsi per le pinete, parcheggiatori abusivi, venditori abusivi, e insulti pure i turisti che spendono soldi qui dando anche da mangiare a famiglie viareggine.. Vergognati.. Per fortuna che gente come te a viareggio ce n’è sempre meno..

  4. andy 22 agosto, 2016 at 09:42

    Ormai sono arrivato al punto che se voglio prendere un treno da Viareggio devo accertarmi che il ritorno non sia dopo le 21.00 perch è risaputo cosa può diventare la stazione quando cala la notte. Inoltre sono mesi che non frequento la darsena sempre per lo stesso motivo. Questo non è accettabile e non ne faccio una questione politica ma semplicemente di buonsenso. Coloro che hanno precedenti e vivono senza uno straccio di permesso la soluzione è una sola: espulsione diretta e senza reticenze.

  5. Mario Ricci 22 agosto, 2016 at 12:42

    Hmm Anteo Zamboni? Pseudonimo per commentare scemenze senza problemi oppure omonimo del 15enne attentatore a Mussolini, bloccato dal padre di quel Pierpaolo Pasolini e poi linciato?

  6. marco 22 agosto, 2016 at 17:22

    Concordo ,pessima vacanza fatta anche da noi ,degrado per strada,degrado nelle strutture abbandonate,per fino la droga vendono sulle spiagge. …lo sapevate?estate 2016 ……era meglio sè si stava a casa.

  7. alberto 22 agosto, 2016 at 18:04

    Premetto che sono toscano e ho 50 anni, ad agosto sono stato qualche giorno in Versilia il degrado che ho visto sia a Viareggio ma soprattuto sulla marina di Torre del Lago dove di giorno passano sulla spiaggia libera loschi figuri pronti a portarti via qualcosa … e poi per non parlare la sera nei locali da ballo dove non passa sera con macchine con vetri rotti, borseggi, furti vari per non parlare dello spaccio fra le dune con campo libero a stranieri e tanto altro ancora… a me piaceva divertirmi sulla marina di Torre , mamgiare bene in uno dei ristoranti e poi finire per andare a ballare il posto non è morto pero’ manca la sicurezza e campo libero a stranieri, e poi prostituzione maschile straniera a pagamento ecc. Peccato perchè la Marina di Torre del Lago poteva essere un volano di turismo e di economia che poteva essere in picccolo o perchè no in grande una sorta di Mykonos italiana con i campeggi, ristoranti,locali da ballo, aperta alla voglia di divertimento.

  8. army 23 agosto, 2016 at 02:31

    la colpa non è né di viareggio né dei viareggini e di tutti gli altri italiani.se continuiamo ad avere governi on eletti che lucrano insieme ai loro sfruttatori delle comuni che li ospitano. ebbene sarà sempre peggio

  9. army 23 agosto, 2016 at 02:35

    comunque è vero sulla spiaggia è una processione inaccettabile. io ,fortunatamente ho la barca, ma oggi c’era un gran vento e sono andato in spiaggia. non puoi scambiare 2 parole con la partner che vieni sempre interrotto da continue richieste di acquisti. ma io me la piglio con i non eletti che ci stanno facendo diventare cattivi

  10. Massimo 23 agosto, 2016 at 12:17

    L’abusivismo è la piaga dell’Italia e non ha colore della pelle. C’è un’altro degrado che non si vede e di cui NESSUNO NE PARLA. Il mio figliolo lavora anche 10 ore al giorno a potare i giardini sotto il sole ma non ha contratto, lo pagano al nero senza assicurazione e nessun contributo previdenziale. Ed è fortunato perchè anche se sottopagato almeno lo pagano in Euro. Altri giovani che lavorano al nero li pagano con i “buoni pasto”. Se invece sono molto fortunati li pagano con i Vaucher ma rimangono precari a vita. … Anche questa è degrado italiano.

  11. Andrea 23 agosto, 2016 at 13:31

    Io vivo a Viareggio, e me ne sto andando da questo orribile luogo. Ci sono nato e non vedo l’ora di andarmene definitivamente. La colpa di tutto è in primis della mala politica, poi seguono alcuni abitanti. L’arroganza regna sovrana , come pure la mala educazione. Mi ricordo i proprietari dello stabilimemto balneare dove ho passato la mia infanzia che appena cominciava a affollarsi di turisti si lamentavano e non vedevano l’ora che tornassero a casa propria. (Tanto ormai avevano già pagato la stagione).
    Adesso è una città morta.
    Cosa penso? Ognuno ha ciò che si merita.

  12. Distrutto 24 agosto, 2016 at 15:32

    Concordo… Davanti alla stazione dei treni di Viareggio c’è d aver paura anche di giorno. Io però non sono complice di questo declino. Nel mio mondo si vivrebbe diversamente. Con altre regole e altri valori. Cordiali saluti.

  13. Extrema Ratio 20 novembre, 2017 at 01:59

    @Andrea… Potresti comunicare dove sei andato ad abitare ed in quale posto idilliaco italiano o non adesso ti trovi? Scrivo questo perché io condivido che a Viareggio ci siano maleducati negli Stabilimenti, ma posso assicurarti che non esistono luoghi dove non esiste arroganza e maleducazione e te lo scrivo da persona che ha visto molte città italiane e non. Come fai a scrivere città morta… Cioè ma ti sei fatto un giro in Italia ad esclusione ovviamente delle metropoli?

Post a new comment