Delitto di Halloween, il 17enne reo confesso interrogato a Firenze conferma: “Ho agito da solo”

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Interrogatorio a Firenze, questa mattina per i due minorenni arrestati lo scorso 16 dicembre per la morte di Manuele Iacconi ( leggi anche:Delitto Iacconi, arrestati i due minorenni ). Entrambi, assistiti dai propri legali, sono stati sentiti dal Pubblico Ministero minorile, titolare del fascicolo di inchiesta, dottoressa Benedetta Parducci.

giacomo ciardelliValentina Tognocchi“Il nostro assistito – hanno spiegato gli avvocati Giacomo Ciardelli e Valentina Tognocchi – ha riconfermato in toto quanto messo a verbale negli uffici del Commissariato di Polizia di Viareggio il 6 novembre”.  Il 17enne, come si ricorderà, aveva ammesso di aver colpito Manù, ma dando una versione diversa dei fatti rispetto a quanto riferito dai vari testimoni del fatto. “Ho agito da solo – aveva raccontanto ai poliziotti e ha ribadito questa mattina al Tribunale per i Minorenni durante l’interrogatorio,  aggiungendo che stava tornando a piedi da un locale del vialone  sulla Marina di Levante e che una volta in via Coppino, nei pressi della piadineria ( locale questo – ndr – dove anche Alessio Fialdini, il maggiorenne difeso dall’avvocato Massimo Landi, aveva riferito di essersi fermato, durante il suo interrogatorio il 30 dicembre scorso. Leggi anche: Delitto Iacconi, Fialdini interrogato. Il legale: “Ha risposto a . )  aveva chiesto una sigaretta a Iacconi che era in auto fermo in coda al semaforo. Gesto, questo, frainteso da Manuele Iacconi che sarebbe sceso, lo avrebbe preso per il bavero e schiaffeggiato ( leggi anche: Pestaggio in Darsena: “Sono stato io”, un 17enne confessa ). “Mi sono difeso – ha confermato al Pm -, ho raccattato un casco che era in terra e ho iniziato a colpirlo”.  Poi la fuga, sempre da solo. “Il ragazzo – hanno spiegato i due legali – non solo ha riferito al magistrato che mai si sarebbe aspettato il tragico epilogo, ossia la morte avvenuta il 30 di nombre ( leggi anche: Il pestaggio di Halloween finisce in tragedia: Manuele …) , per quanto accaduto nella notte di Halloween, ma ha anche aggiunto di aver visto Federico Bianchi arrivare e picchiare sia  Manuele Iacconi  che il suo amico Matteo Lasurdi, e di escludere la presenza nella rissa dell’altro minorenne”. Alla richiesta avanzata dagli avvocati Ciardelli e Tognocchi, affinchè il ragazzo venga inserito, per un percorso socio-psico-sanitario, in una comunità nelle Marche, il pm Benedetta Parducci si è riservata la decisione, in attesa che i legali le forniscano una memoria difensiva inclusiva dei vari certificati medici del 17enne.

Quanto all’altro minorenne, difeso dagli avvocati Giorgio Nicoletti e Paola Memmola, mai sentito prima, essendosi avvalso della facoltà di non rispondere, oggi, finalmente, ha reso la sua versione dei fatti: “Sono intervnuto in un secondo momento, ma non ho fatto nulla. Ero nella piadineria, quando è scoppiato il caos, e dopo che sono uscito ho solo visto tanta confusione. Mi sono avvicinato e in molti mi sono venuti contro,  sono stato colpito, forse accidentalmente, da Matteo Lasurdi  e spaventato gli ho lanciato il mio casco contro.  Poi, una ragazza mi ha detto che il mio amico aveva massacrato Manù, che giaceva a terra, e mi ha consigliato di portarlo via. Ma lui se ne è andato da solo, io invece col motorino con la mia ragazza”. A breve i legali presenteranno una memoria perchè la Procura minorile ascolti i vari testi sentiti a Viareggio:  “Vogliamo far chiarezza – ha spiegato l’avvocato Nicoletti -, visto che il ragazzo nulla ha fatto di quanto è stato accusato”. Secondo loro ci sarebbe qualcosa che “non quadra”.

Per quanto riguarda il Riesame per i maggiorenni, discusso dai legali Landi e Bitonte venerdi scorso dopo che il Pubblico Ministero Sara Polino aveva presentato appello contro il rigetto della sua richiesta di carcere da parte del Gip Marcella Spada Ricci ( leggi anche: Delitto di Halloween e richiesta di carcere per i maggiorenni … ) i giudici ancora non hanno sciolto la riserva.

 

 

No comments

*