Diabete nel nome di Mauro Tallini: un neurotester per il Meyer

0

MASSOROSA – L’Associazione Ancora in Viaggio, Diabetes no limits e povertà no limits – ha voluto con semplicità, essere protagonista in questa giornata, e non poteva essere diversamente. Mauro Talini è sempre stato in prima linea nel portare il messaggio di speranza ai diabetici e specialmente ai più giovani: Amava dire: “Per me il diabete è stato, come ripeto spesso, una scuola di vita…, i limiti di salute non sono un ostacolo ma ricchezza, opportunità per creare solidarietà, per contagiare al bene”. E mentre si preparava al viaggio verso l’Alaska, ripeteva nei vari incontri: “…volete sapere una cosa? Sono contento di essere diabetico!”

Risuona più che mai viva la testimonianza di vita di Mauro e lo abbiamo sperimentato anche in Messico, dove nonostante siano trascorsi più di due anni, da quel 13 maggio 2013, ricordano con stima e affetto il ciclista italiano che stava pedalando in solitaria verso l’Alaska portando il messaggio di speranza: diabetes no limits e povertà no limits. Tanta accoglienza, tanto affetto e molti incontri significativi, tra i quali: il consigliere dell’Ambasciata italiana, dott. Simone Landini, la presidente Municipale di Caborca appena eletta: Sig.ra Karina Garcia Gutierrez e di Trincheras: Sig.ra Migdelina Garcia poi nella Federaciòn Mexicana de Diabetes, A.C. il Sig. Andrés Vargas Reynoso.
Questi sono solo alcuni dei segni che ci indicano che l’Associazione Ancora in Viaggio sta crescendo, sta rafforzando il cuore della mission …e ormai, possiamo dire con certezza che il testimone è passato dall’esperienza in “solitaria” ad una realtà di “squadra”!
Tutti allora, “mandati” a continuare a portare il messaggio di solidarietà, di fede e speranza, ai bambini diabetici, ai bambini dell’America Latina e a quanti vivono in situazione di disagio e di povertà.

Nella giornata mondiale 2015 dal tema: “Muovi i fili del diabete” abbiamo voluto esserci a “muovere i fili” con dei gesti concreti. Grazie ai tanti amici, ai sostenitori, ai ciclisti che hanno partecipato alla ciclopedalata, all’iniziativa “A tavola con la solidarietà” e ancora a Cicli Maggi, alla Fratres e alla Misericordia di Quiesa, abbiamo raggiunto l’obiettivo di acquistare per l’ospedale Meyer di Firenze – un Neurotester: strumento per la valutazione della neuropatia autonomica nei pazienti con diabete.

La somma di euro 5.000,00 è stata consegnata sabato pomeriggio alla presenza della dottoressa Sonia Toni Dirigente medico al Meyer e attualmente Responsabile del Centro Regionale di riferimento per la Diabetologia Pediatrica.
Domenica, invece eravamo a Quiesa, nella piazza della Chiesa Santo Stefano, in occasione della tradizionale smondinata con un gazebo per informare e sensibilizzare sulla patologia e sulla prevenzione del diabete.
L’organizzazione di volontariato, Ancora in Viaggio inizia ad essere una presenza significativa nel territorio: piccoli segni, piccoli gesti ma chiari messaggi di speranza. Lavoriamo uniti e contagiamo al bene… Oggi più che mai è urgente!

No comments

*