Dipendenti del Comune di Viareggio, stato di agitazione sospeso

0

E’ stato sospeso lo stato di agitazione proclamato dal personale dipendente del Comune di Viareggio a seguito dell’incontro di mediazione condotto dal Prefetto di Lucca Giovanna Cagliostro nel pomeriggio di oggi presso la Prefettura.

Gli argomenti oggetto di rivendicazione sindacale saranno approfonditi in un’apposita riunione che è già stata convocata dal comune di Viareggio per la giornata di domani.

Il Comune ha manifestato disponibilità alla discussione delle richieste avanzate dal personale alcune delle quali sono già state soddisfatte come ad esempio il pagamento dello straordinario prestato per il Carnevale di Viareggio.

Per la trattazione degli altri punti le parti si sono dati dei  termini  ( il 20 luglio e la prima decade del mese di settembre) entro i quali definire l’accordo.

“Prendiamo atto con grave dispiacere della proclamazione dello stato di agitazione deciso oggi dalla RSU del Comune di Viareggio e comunicatoci a mezzo stampa – aveva detto il vice sindaco Romanini lo scorso 14 maggio – : “Ci pare di ravvisare in questa presa di posizione così dura nei confronti di questa Amministrazione una lettura eccessivamente unilaterale della realtà nella quale ci troviamo ad operare. Sono note a tutti le difficoltà che questo Ente sta attraversando, così come i delicati passaggi che ci attendono nei prossimi mesi tra cui, lo ricordo, un bilancio consuntivo che decreterà un passivo di almeno 43 milioni di euro che è stato accumulato in questi anni, sotto gli occhi di tutti ma senza che nessuno li rilevasse – a parte l’opposizione guidata dall’attuale Sindaco nella precedente consiliatura – ed una relazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze che arriverà a breve e che potrebbe obbligare il Comune ad assumere decisioni ancora più forti. In questa fase così delicata, il Comune è tenuto muoversi con grande attenzione e con un rigore che segni una forte discontinuità rispetto al passato: sul fondo 2013, così come sul conto terzi, l’Amministrazione è estremamente cauta anche nell’interesse degli stessi dipendenti, perché a seguito di altre ispezioni del MEF la Corte dei Conti ha chiesto nei Comuni il recupero delle somme pagate sugli stessi dipendenti, oltre che ad evidenziare precise responsabilità erariali; sul fondo 2014 il Dirigente al Settore Organizzazione e Formazione inizierà a breve un percorso sulla contrattazione decentrata, proponendo anche nuovi sistemi di valutazione; sul pagamento degli straordinari degli scorsi mesi, c’è già un accordo per il loro pagamento a settembre, nell’ottica di dare la possibilità al Comune di onorare pagamenti a piccole e medie imprese che li attendono da molto più tempo, per prestazioni fornite nel 2013. Ai dipendenti del Comune di Viareggio chiediamo i medesimi sacrifici cui stiamo, obtorto collo, obbligandola città ed i fornitori del Comune e delle sue Fondazioni culturali: il nostro obiettivo è quello di salvare la città, poi – pur con tutto il rispetto delle giuste attese dei dipendenti comunali – penseremo anche agli straordinari ed ai premi di produzione del 2014″.

 

No comments

*