Disagio abitativo: inaugurati i nuovi alloggi alla Ficaia

0

MASSAROSA – Una breve cerimonia con le autorità locali e provinciali ha sancito oggi alla Ficaia (Massarosa) l’apertura dei 5 nuovi alloggi transitori che la Fondazione Casa Lucca mette a disposizione per nuclei familiari in difficoltà.

index Al taglio del nastro erano presenti il sindaco di Massarosa Franco Mungai, il presidente della Fondazione Casa Lucca Mario Regoli, il presidente della Provincia Luca Menesini, il consigliere regionale Stefano Baccelli, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Arturo Lattanzi, oltre all’Assessore al Sociale e alle Politiche della Casa Simona Barsotti.

Si tratta di 5 alloggi affiancati in un’unica struttura residenziale, a breve distanza dal ristorante nel complesso la Ficaia che è di proprietà della Fondazione Casa Lucca. Gli alloggi (tutti uguali per metratura e organizzazione degli spazi) sono stati realizzati ex novo con un investimento di 600mila euro (comprensivo anche dei costi delle opere penitenziali e degli arredi). La residenza è costruita ad un piano ed è leggermente rialzata dal livello del terreno, è costruita in legno ed è antisismica oltre ad essere realizzata con specifici accorgimenti per favorire il basso consumo energetico.
Le unità abitative sono completamente arredate grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca in accordo con il Comune di Massarosa e sono destinate all’accoglienza temporanea di quelle famiglie che si trovano in situazioni di emergenza abitativa in modo da offrire ai nuclei di persone di superare la fase critica (ad esempio il post sfratto) e recuperare una parziale autonomia.

La realizzazione degli alloggi transitori della Ficaia si inserisce, nell’ambito delle attività della Fondazione Casa Lucca, all’interno di un progetto più ampio che prevede la realizzazione di una rete di alloggi di transizione, per un totale di n. 10 moduli abitativi tra la Versilia (Massarosa appunto) e la Garfagnana dove sono praticamente pronte le unità abitative di Pieve Fosciana che saranno inaugurate a dicembre.

Un’attività, quella della Fondazione Casa Lucca, che prende le mosse dall’articolato progetto “Per una rete dell’alloggio sociale nella Provincia di Lucca”, cristallizzato nel protocollo d’intesa sottoscritto da Regione Toscana, Provincia di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e la stessa Fondazione Casa Lucca e approvato dalla giunta regionale nel dicembre del 2010. Il progetto si è concretizzato anche grazie ad un finanziamento della Regione Toscana, in un intervento innovativo di housing sociale, realizzando alloggi destinati alla locazione a canone sostenibile, alloggi in cohousing e alloggi di transizione.

La realtà della Ficaia, che si estende su un’area collinare in una frazione del comune di Massarosa, si compone di diversi fabbricati e ampie zone verdi. Ad oggi trovano qui ospitalità una decina di famiglie, mentre dallo scorso ottobre sono stati accolti una quindicina di profughi. Al tempo stesso presso la Ficaia è aperto un agri-ristorante gestito direttamente da agricoltori attraverso l’associazione Donne in Campo che propone attività di ristorazione e attività di carattere sociale, oltre ad una mieleria di cui usufruiscono le aziende di apicoltura locali.
L’obiettivo della Fondazione Casa Lucca è quello di offrire presso La Ficaia opportunità concrete di sviluppo, crescita ed inclusione sociale, grazie alla costruzione di alleanze strategiche con gli attori locali avendo cura sia delle persone che del territorio di cui fanno parte.
FONDAZIONE CASA LUCCA: cos’è e chi ne fa parte
La Fondazione Casa Lucca è stata istituita nell’aprile 2007, con approvazione unanime del Consiglio provinciale di Lucca e si è attivata nel luglio dello stesso anno a seguito dell’avvenuto riconoscimento da parte della Regione Toscana.
La Fondazione ha come scopo istituzionale la realizzazione di iniziative destinate a sostenere le situazioni di disagio personale, familiare e sociale che hanno origine dalla mancanza di un alloggio dignitoso. In sostanza cercando di favorire l’inserimento nel tessuto economico-produttivo e l’integrazione sociale dei soggetti che versano in situazione di disagio socio-abitativo e offrendo una risposta diversificata ed integrata attraverso la realizzazione e la gestione di un patrimonio immobiliare destinato a dare ospitalità di breve, medio, lungo periodo.
Gli elementi che ne caratterizzano l’attività sono la presenza di diverse categorie di soci partecipanti e la costituzione di un patrimonio a struttura aperta che può accrescersi nel tempo.
L’assemblea dei soci è formata da: Provincia di Lucca; Comune di Lucca; Comune di Capannori; Comune di Castelnuovo di Garfagnana; Comune di Barga; Comune di Borgo a Mozzano; Comune di Massarosa; Comune di Porcari; Arcidiocesi di Lucca – Ufficio Pastorale Caritas; Ce.I.S.; CISL; UIL; CGIL; Gruppo Volontari Carcere – Lucca; Istituto Nazionale Bioarchitettura; Misericordia di Lido di Camaiore; Misericordia di Lucca; Misericordia di Capannori; Misericordia di Corsagna; Donne in Campo; Arci – Lucca; Consorzio So.&Co; Gruppo Volontari Accoglienza Immigrati; SUNIA; Martini Associati SRL; Altri Valori; Croce Verde Lucca; CNA

No comments

*