Dissesto e elezioni: lettera aperta a Giuseppe Dati

0

VIAREGGIO – Dopo la dichiarazione di dissesto del Comune e nel pieno di una crisi economica e sociale che gran parte dell’odierna comunità viareggina mai aveva vissuto, il prossimo sindaco si troverà ad affrontare un mandato particolarmente complesso e delicato nel quale dovrà fare i conti con i numeri del dissesto e al tempo stesso fornire una concreta speranza alle famiglie ed alle imprese. A tal fine una serie di iscritti al Pd viareggino, in primis l’ex vice sindaco Gian Marco Romanini, ha preso carta e penna e scritto una lettera aperta al commissario del Partito Democratico Giuseppe Dati, che riportiamo integralmente:

“Il PD -primo partito a Viareggio- ha l’onere di indicare con chiarezza la strada del risanamento finanziario e della riorganizzazione dei servizi, parlando il linguaggio della verità e seguendo un percorso trasparente per la costruzione di un programma che, pur senza rassegnazione, tenga conto della situazione di grave dissesto da cui si riparte.

Sono sicuramente utili i forum tematici promossi dal commissario del PD di Viareggio e segretario versiliese Giuseppe Dati. Occorre accelerare fortemente i lavori degli stessi, per sviluppare un confronto proficuo -sulla base dei lineamenti di programma che ne scaturiscono- con le forze sociali, economiche, politiche e culturali, e con assemblee che coinvolgano direttamente i singoli cittadini al fine di costruire un programma serio e concreto.

Riguardo all’indicazione della candidatura a sindaco occorre evitare personalismi e forzature, che obiettivamente rischiano di portarci fuori strada. Basta con questo toto nomi per escludere, includere o sponsorizzare.

Riteniamo che il Partito Democratico di Viareggio abbia tutte le capacità, le esperienze e le idee necessarie per affrontare questa nuova sfida del governo cittadino e che sia nelle condizioni di esprimere una squadra di governo della Città con l’onestà, le qualità e le competenze adeguate per questo arduo compito.

La prima condizione per dimostrarsi all’altezza della situazione è quella di esprimere una coesione tutta orientata al buon governo della Città, che metta da parte individualismi e settarismi.

Il forte coinvolgimento degli iscritti e delle iscritte nell’attuale gestione commissariale non può ridursi ad un mera finzione; dev’essere anzi effettivo, proficuo e tempestivo con riferimento a tutte le scelte importanti da fare. La difficile ma preziosa discussione nel PD nazionale che ha preceduto la scelta del Presidente della Repubblica deve essere presa ad esempio. In tal modo il PD si è reso protagonista di una scelta importante per il nostro Paese. Altrettanto possiamo e dobbiamo fare a Viareggio.

Per questo chiediamo al commissario e segretario versiliese Giuseppe Dati urgente attenzione alla nostra lettera e la convocazione di un’assemblea comunale degli iscritti/e entro il prossimo 20 febbraio nella quale presentare e valutare precise proposte nel merito”.

Viareggio, 8 febbraio 2015

Lorenzo Bertoli
Leonardo Betti
Maria Boccia
Gemma Borin
Giacomo Callari
Alessandro Cerrai
Gabriele Cipriani
Alberto Corsetti
Marco Corsetti
Glauco Dal Pino
Alessandro Del Carlo
Gianfranco Di Fonzo
Marzio Francesconi
Giorgio Fruzza
Giovanni Giannerini
Paola Gifuni
Filippo Guidi
Monica Guidi
Amalia Lombardi
Mario Lucchesi
Massimo Lucchesi
Stefano Maestrelli
Fabrizio Manfredi
Cristina Marcucci
Adalgisa Mazza
Fabrizio Miracolo
Elisa Montaresi
Marco Montemagni
Andrea Nesi
Andrea Palestini
Marco Parasileno
Paride Pieraccini
Federico Pizzocaro
Mark Prendi
Primo Riscossa
Gian Marco Romanini
Alfredo Salvetti
Andrea Strambi
Sergio Tenducci
Elena Tozzi

No comments

*