Divagazioni di una restauratrice, Anna Veronica Hartman nelle vesti di pittrice

0

PIETRASANTA – Trenta ritratti ispirati a opere di grandi artisti. Anna Veronica Hartman si presenta nel ruolo di pittrice, ispirata da quei dipinti che l’hanno affascinata nella sua lunga carriera di nota restauratrice. Dai pittori spagnoli come Velazquez, Murillo, Goya ai nordici come Veermer, Rembrandt o Mengs, sino ai fiorentini Allori e Bronzino. Una galleria di volti che si comporrà in sala delle Grasce da sabato 31 gennaio sino al 22 febbraio. Alle ore 17 l’inaugurazione alla presenza del sindaco Domenico Lombardi e dell’artista. Si tratta di ‘divagazioni’ e non di copie. Il risultato ‘opaco’ dei ritratti si deve alla stesura dei colori ad olio mescolati solo con l’essenza di trementina e alla verniciatura finale con vernice mat. Hanno quasi tutti la misura di 20×30 cm e sono realizzati su tela, mentre quelli su tavola hanno una preparazione di base ottenuta con gesso di Bologna e colla di coniglio. Anna Veronica Hartman nasce a Città del Messico da genitori ungheresi. Compiuti gli studi classici a Budapest si trasferisce in Italia e nel 1963 viene ammessa all’Istituto Centrale del Restauro di Roma (prima in graduatoria). Al conseguimento del diploma inizia l’attività di restauratrice per conto di enti pubblici e privati. A Pietasanta Anna Veronica Hartman ha a lungo lavorato nel duomo di san Martino e nel complesso di Sant’Agostino.
La mostra è visitabile dal martedì alla domenica, nell’orario 16.30-19, incluso il 3 e 4 febbraio. L’ingresso è libero.

No comments

*