Dopo la rissa avevano aggredito due ragazzi, denunciati i bulli

0

LIDO DI CAMAIORE – I bulli, tutti tra i 18 e i 23 anni, sono stato individuati e denunciati dal personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Viareggio. Il gruppetto, quattro ragazzi, nella note del 25 maggio scorso, sulla passeggiata di Lido di Camaiore, dopo aver partecipato ad una rissa e temendo di essere stati filmati, avevano aggredito e picchiato due giovani che stavano passeggiando con le loro fidanzate e che nulla avevano a che fare con la vicenda.

Sul posto erano subito intervenute le volanti del Commissariato diretto da Rosaria Gallucci e i poliziotti avevano proceduto immediatamente ad assumere le dichiarazioni di alcuni testimoni e ad identificare i soggetti indiziati di aver percosso i due poveretti.

Quella stessa notte, i due aggrediti, a causa delle percosse subite, erano stati accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale unico “Versilia, dove erano stati medicati e dimessi rispettivamente con 30 giorni di prognosi per frattura della piramide nasale e per contusioni al volto ed agli zigomi con prognosi di 3 giorni.

Fin da subito le indagini si erano concentrate su alcuni soggetti sospettati di far parte di una sorta di banda che, negli ultimi periodi, si era resa protagonista di episodi di violenza e di disturbo in vari locali della zona. L’accurato lavoro, fatto di riconoscimenti fotografici, visione di filmati e raccolta di informazioni testimoniali ha poi consentito di identificare i responsabili i quali sono stati denunciati in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria. A finire nei guai con la giustizia sono stati B.G , nato a Viareggio, 21 anni, incensurato, M.N., nato a Pietrasanta, 18 anni, pluripregiudicato per lesioni personali, ricettazione, e reati in materia di sostanze stupefacenti,  già sottoposto all’avviso orale del Questore, L.L., nato a Viareggio, 23 anni, pluripregiudicato per diversi scippi, spendita di monete false, lesioni personali, guida senza patente e per reati in materia di sostanze stupefacenti e G.M., nato a Pietrasanta, di 21 anni, pregiudicato per reati in materia di sostanze stupefacenti, quali autori materiali dell’aggressione e a denunciarli per lesioni aggravate in concorso.

Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare l’eventuale partecipazione degli indagati in analoghi episodi.

No comments

*