“Dove sono finite le collezioni storiche dei giornali locali?”

0

VIAREGGIO – Dove sono finite le collezioni “storiche” dei giornali con la cronaca cittadina che erano conservate nel magazzino della Biblioteca comunale? Lo chiedono, con una lettera indirizzata all’assessore alla cultura, al presidente della commissione cultura e al sindaco, sei intellettuali e ricercatori che sono stati i promotori dell’Appello in difesa del Centro Documentario e dell’Archivio Storico: Franco Anichini, Corrado Benzio, Stefano Bucciarelli, Marco Lenci, Riccardo Mazzoni e Antonella Serafini,
Proprio durante il dibattito tenutosi nel consiglio comunale del 28 ottobre scorso in merito alla sistemazione del Centro Documentario Storico è emersa con forza una problematica collaterale che i firmatari definiscono “di enorme importanza”. Le decine e decine di volumi che raccolgono le cronache cittadine dagli anni Cinquanta dei quotidiani “La Nazione”, “Il Tirreno” e/o “Il Telegrafo”, da sempre in dotazione alla Biblioteca comunale e per anni conservate (ma da tempo non visionabili al pubblico) nel magazzino adiacente la Biblioteca stessa, sono stati rimossi e trasferiti in un luogo al momento sconosciuto.
“Chiediamo con urgenza – si legge nella lettera – di sapere dove al presente tali volumi siano collocati. Al contempo facciamo un sentito appello perché quanto prima tale materiale possa rientrare nella disponibilità degli studiosi. Inutile dire l’importanza storiografica che tale materiale ha per chiunque voglia indagare sulle vicende viareggine degli ultimi decenni. Si tratta di materiale unico giacché, mentre le edizioni nazionali dei suddetti quotidiani sono facilmente rinvenibili in varie altre emeroteche regionali, ciò non è possibile per le edizioni viareggine degli stessi. Un loro danneggiamento o, ancora peggio, un loro smarrimento costituirebbe quindi una perdita irreparabile per il patrimonio culturale e documentario di Viareggio”.
I sei studiosi suggeriscono che si proceda al più presto alla digitalizzazione di quelle cronache cittadine: “A tale operazione – come quelle di trasloco del materiale verso una sede idonea alla consultazione – potrebbero dare un contributo gratuito gli studiosi interessati e/o le associazioni storiche locali (Istituto Storico Lucchese – Sez. Viareggio, Terra di Viareggio, Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea in provincia di Lucca – Deputazione della Versilia, ecc.)”.
Infine in merito alla vicenda del Centro Documentario Storico invitano l’assessorato competente a concretizzare sollecitamente l’impegno assunto di correggere l’errore “materiale” della delibera che pone in maniera incongrua il patrimonio archivistico dello stesso alle dipendenze della Segreteria Generale e chiedono nuovamente “che venga ripristinata l’autonomia del suddetto Centro tornando a dotarlo di un suo specifico funzionario”.

No comments

*