Droga in casa e soldi nascosti sotto a un mattone, assolta la 25enne arrestata dai Carabinieri

0

MASSAROSA – ( di Letizia Tassinari ) –  Assolta con la formula piena.  Difesa dagli avvocati Umberto Prisco e Gabriele Parrini,  Elena Catalina Pozderca, in tribunale a Lucca all’udienza difronte al giudice monocrato dottor Stefano Billet,  ne è uscita pulita. La ragazza, una 25enne della Romania, incensurata, lo scorso 3 dicembre era finita in manette per mano dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Viareggio che l’avevano arrestata assieme a Tauland Marku, cittadino albanese del ’86 con precedenti, accusata, in concorso, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.  L’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti è stata condotta tra i Comuni di Viareggio e Massarosa e aveva visto i Carabinieri impegnati nella perquisizione di diverse abitazioni. In un appartamento, abilmente occultata in un’intercapedine del tetto sotto una mattonella di terracotta, erano state rinvenute banconote di vario taglio, avvolte con pellicola trasparente e carta stagnola, per un ammontare di 30mila euro che per i militari erano, verosimilmente, provento dell’attività di spaccio, e oltre 100 grammi di cocaina suddivisi in 10 dosi e una confezione di hashish del peso di circa 6 grammi ( leggi anche: Droga in casa e 30mila euro nascosti sotto a un mattone: in ...). I legali durante il dibattimento sono riusciti a dimostrare la totale estraneità della loro assistita. Quanto al giovane straniero, condannato invece a 4 anni, gli avvocati Prisco e Parrini faranno istanza di messa in prova.

No comments

*