Elezioni a Forte dei Marmi, Bruno Murzi di Noi del Forte: “Ghiselli è un valore aggiunto alla nostra lista”

1

FORTE DEI MARMI – ( di Matteo Baudone ) – Elezioni Forte dei Marmi, Bruno Murzi di Noi del Forte: “Ghiselli è un valore aggiunto alla nostra lista”

Nella sede del Caffè Principe di Forte dei Marmi il candidato sindaco della lista “Noi del Forte” dott. Bruno Murzi ha voluto annunciare l’entrata in lista dentro la sua lista di Enrico Ghiselli, professionista di Forte dei Marmi che svolge l’attività di architetto e che ha dichiarato durante una risposta ad una domanda dei giornalisti che se sarà assessore nel comune ad elezioni vinte non si occuperà di altri progetti privatamente.

Sono stati tre gli interventi da parte rispettivamente di Fabio Giannotti, Bruno Murzi e Enrico Ghiselli. Murzi ha iniziato dichiarando che, oltre a rinnovare che il suo emolumento di sindaco andrà a vantaggio di altri progetti nell’ambito del sociale, Ghiselli è un valore aggiunto alla sua lista. Che tra lui Giannotti e Ghiselli ci sono delle differenze e che la cosa non è uno svantaggio ma un vantaggio. Ha inoltre sottolineato che l’attuale missione è quella di mandare a casa l’attuale amministrazione la quale anche se ha fatto tante cose ha creato dei danni.

Attualmente Murzi percepisce che i due veri competitor della attuale tornata di elezioni sono lui e Molino. Su cui fa la critica di sentirlo definire la propria lista una lista civica quando è evidente, sempre secondo Murzi, che lui è sotto il Partito Democratico. Mentre invece Murzi dice chiaramente che lui non ha appoggi politici alle spalle.

Fabio Giannotti, nel suo breve ma incisivo intervento successivo a quello di Murzi, ha riportato la notizia per cui già lui era dato per altri impegni diversi dalla politica quanto la voce per cui lui Murzi e Ghiselli correvano per conto proprio. Da questo nasce l’affermazione per cui solo se si è uniti si può vincere. E nella questione degli appoggi politici ha rimarcato che lui attualmente non ha nessuna tessera politica pur avendo militato nel passato all’interno del centrodestra da regolare tesserato di Alleanza Nazionale.

Ghiselli ha fatto un breve e conciso intervento successivo a quello di Giannotti. Ma non ha mancato di dire che la trasparenza, come già affermato da Murzi precedentemente nel suo intervento, e la partecipazione sono punti importanti. E che non mancherà il confronto e l’ascolto con i cittadini. Ghiselli ha chiaramente affermato che c’è stato un confronto con Murzi sul programma. Nell’intervista che segue Ghiselli in separata sede ha dichiarato che c’è condivisione con il programma di Murzi. E che sarebbe stato un suicidio andare contro Murzi quando ci sarebbe potuta essere condivisione delle idee sulla lista di Noi del Forte.

Architetto Ghiselli, cosa l’ha spinta a collegarsi con Bruno Murzi?

Mi ha spinto in primo luogo la necessità di dare un seguito alle battaglie fatte durante il periodo di questo mandato amministrativo, prima da presidente del Forum Permanente poi successivamente anche quando l’amministrazione attuale l’ha sciolto perché era disturbata troppo dalle proposte del singolo cittadino insieme ad altri sostenitori. E poi successivamente dalla possibilità di trovare accordi sulle cose da fare, su un programma veramente serio, di cambiamento.

È vero che lei aveva collegamenti con il movimento 5 stelle?

Certo. Sono stato un attivista del movimento. L’ipotesi era quella di essere candidabile dal movimento. Per questioni procedurali ciò non è stato possibile. Non ho nessun astio nei confronti degli attivisti, ci mancherebbe. Sono persone molto serie, molto rispettabili. Non avendo presentato la lista del movimento ho avuto la mia libertà di muovermi secondo coscienza. Prima c’era l’ipotesi di una lista civica, ma poi presentare una list civica che avrebbe avuto più o meno le stesse idee della lista che sta presentando Bruno mi sembrava riduttivo perché ci saremmo fatti male a vicenda senza ottenere un risultato di contestazione forte dell’attuale amministrazione. Unendo le forze forse questa possibilità di cambiamento si realizza.

Lei da Murzi si aspetta una piena collaborazione oppure cosa?

La collaborazione l’abbiamo realizzata su un programma. Che è condiviso. Da ambo le parti. Quindi siamo tutt’uno in questo momento dal punto di vista amministrativo. Non ci sono differenze di alcun tipo. Siamo insieme a lavorare per il bene comune di Forte dei Marmi.

1 comment

Post a new comment

*

Marco Goldin arriva a Pietrasanta

PIETRASANTA Anche i non addetti ai lavori ricorderanno facilmente la stagione delle grandi mostre sull’impressinismo ospitate a Treviso, a Brescia, Vicenza e in altre città ...