Elezioni annullate, domani è il giorno del Consiglio di Stato

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Ci siamo. Ormai mancano poche ore. Il count down è iniziato. Domani è il giorno, atteso, del Consiglio di Stato, che dovrà decidere su quanto sancito dalla sentenza del Tar Toscana che lo scorso 12 luglio, dopo il ricorso presentato da Massimiliano Baldini, ha annullato la tornata elettorale del 2015. Due i ricorsi presentati, uno da Gabriele Tomei, con l’avvocato Pardini del Foro di Firenze ( LEGGI ANCHE: “La sentenza del Tar è illegittima”, nel ricorso al ), e l’altro da David Zappelli, con l’avvocato Gallo di Torino ( LEGGI ANCHE: “La sentenza del Tar è sbagliata”, anche Zappelli fa .. ) oltre all’intervento ad adiuvandum a firma del governatore Enrico Rossi, con l’avvocatura regionale ( LEGGI ANCHE: Elezioni viareggine annullate, Enrico Rossi fa ricorso al Consiglio di … ) e l’appello incidentale presentato da Paola Gifuni con altri ex consiglieri, tramite il professor Cerulli e l’avvocato Masi ( LEGGI ANCHE: Elezioni annullate, appello incidentale al Consiglio di Stato: in cinque … ).  “Un quadro assolutamente opaco in ordine alle modalità nelle quali si è svolta la competizione elettorale”, aveva sentenziato il Tar Toscana, invalidando in toto le elezioni viareggine ( LEGGI ANCHE: Caos voti a Viareggio, il Tar ha deciso: annullate le . ). La parola passa ora al CdS, che oltre che decidere sulla richiesta di sospensiva, inaudita altera parte, dovrà entrare nel merito. Se sospensiva sarà, Giorgio Del Ghingaro, Giunta e Consiglio Comunale, torneranno in carica. In caso contrario, spetterà al Commissario Prefettizio guidare il Comune fino a quando non arriverà la decisione finale. Ma tra le probabilità c’è anche quella di una decisione immediata, in forma semplificata, oppure quella di un rinvio del “pacchetto Viareggio” ad altra udienza, Se la sentenza definitiva dovesse dare ragione all’ex Sindaco, questi tornerà in carica fino alla scadenza naturale del proprio mandato elettorale, viceversa, se la sentenza del Consiglio di Stato – contro cui non è ammesso appello – dovesse confermare quella del T.A.R. Toscana, toccherà al dottor Fabrizio Stelo traghettare il Comune fino a marzo prossimo e, dunque, indire nuovi comizi elettorali. In quest’ultimo caso, le elezioni comunali a Viareggio  si terrebbero a giugno 2017.

Il caso più recente è quello di Voghera – dove il Tar non aveva annullato le elezioni ma solo disposto il rinnovo del voto in due sezioni: il Consiglio di Stato, al quale aveva fatto ricorso il sindaco,  ha respinto la richiesta di sospensiva rinviando nel merito il procedimento al 21 luglio scorso, riservandosi la decisione al 3 agosto, e sentenziando che la cittadina lombarda, in provincia di Pavia, deve tornare al voto.

 

No comments

*