Emiliano Favilla: “Che brutta campagna elettorale”

0

VIAREGGIO – Per la politica in generale sono brutti momenti. E i cittadini sempre più disorientati. La riflessione, che pubblichiamo integralmente, è di Emiliano Favilla: “Chi credeva che i politici corrotti, condannati o assolti per certi meccanismi della giustizia (ma che tutti sanno che le malefatte le hanno combinate) fossero fuori gioco almeno per il consenso elettorale della gente, si sbagliava. Gente che dovrebbero quantomeno rimpiattarsi dalla vergogna, trasmigrano da una forza politica all’altra e da una parte all’altra del paese, con una sfacciataggine e arroganza incredibile. Addirittura si presentano, vantando meriti (che nessuno conosce perché non li hanno) e si spacciano, quindi, per “salvatori della Patria” buttando soldi a palate (di chi?) senza nessun pudore nella campagna elettorale per essere eletti. Promettono anche l’inverosimile. Promuovono liste elettorali di sostegno di ogni tipo e specie, civiche e non civiche, con centinaia di candidati, facendo credere a ognuno di loro che possono essere eletti, quando invece sono usati come “galoppini” per portare solo i voti al loro capo. Tutto questo in un paese normale e di buon senso abitato da cittadini normali dovrebbe provocare solo e soltanto indignazione e, invece da quei cittadini stessi (tanti in buona fede ma tanti no) i candidati intrallazzatori vengono addirittura elogiati e da sostenere. Poi ci lamentiamo che la politica fa schifo, che c’è sempre più qualunquismo, che si va a rotoli? Inutile lamentarsi quando è il popolo che sceglie”

No comments

*