Enolia 2018: occhi puntati sull’Olivo quercetano

SERAVEZZA – Olivo quercetano: presidio Slow Food e testimonial d’eccezione della biodiversità e della gastronomia versiliese. Se ne parlerà a fine mese a Seravezza nell’ambito della diciannovesima edizione di Enolia, la rassegna dell’enogastronomia d’eccellenza organizzata da Gabriele Ghirlanda con il patrocinio e il sostegno di Comune di Seravezza e Fondazione Terre Medicee. La manifestazione si terrà come di consueto su due giorni – sabato 28 e domenica 29 aprile – a Palazzo Mediceo patrimonio Unesco e sul grande giardino prospiciente, con una varietà e una ricchezza di prodotti da tutte o quasi le regioni italiane, i migliori produttori d’olio e vino e una vivacissima sezione dedicata ai cooking show e agli incontri con gli chef.

 
Uno dei momenti centrali della kermesse sarà il convegno della domenica dedicato all’Olivo quercetano: un incontro e un confronto tra esperti per parlare della cultivar tipica della Versilia e delle politiche per la sua tutela e valorizzazione. Il punto di partenza è rappresentato dal recente riconoscimento di Presidio Slow Food. Il quercetano è la prima varietà di olivo italiano a potersi fregiare di tale qualifica e ciò può offrire indubbi benefici in termini di visibilità e promozione anche a livello internazionale. Il convegno toccherà anche il tema della gastronomia, alla scoperta dei piatti e delle specialità che l’olio d’oliva quercetano caratterizza ed arricchisce in virtù delle proprie qualità aromatiche.
 
Molti altri i motivi di attrazione e d’interesse della diciannovesima edizione di Enolia. A partire dalla grande rassegna degli oli extra vergine – oltre cinquanta – in gara per l’assegnazione dell’Enolia Oil Award 2018, il Villaggio del Vino organizzato in collaborazione con La Fonderia-Una Scelta di Campo caratterizzato dalla presenza di un gran numero di etichette dell’enologia italiana naturale e biodinamica, i cooking show con chef stellati del calibro di Valentino Cassanelli (sezione coordinata e presentata dal giornalista enogastronomico Marco Bellentani), il mercato dei prodotti della terra che riempirà il prato del Mediceo di sapori e profumi da tutta Italia, il personaggio – ancor top secret – vincitore quest’anno del Premio Enolia e, infine, gustose esclusive ancora tutte da svelare come la seconda magistrale interpretazione della Trilogia del Brandan, il formaggio d’autore firmato da Gabriele Ghirlanda in collaborazione con il Caseificio di Seggiano.