Enolia al via, sarà un fine settimana dedicato al gusto

0

SERAVEZZA – Al via sabato 22 e domenica 23 aprile l’edizione numero diciotto di ENOLIA, la popolare rassegna dell’enogastronomia d’eccellenza ospite nel magnifico scenario del Palazzo Mediceo di Seravezza (LU), gioiello dell’architettura rinascimentale patrimonio Unesco. Due giorni dedicati al buon cibo, alle mille rarità del gusto nazionale, ai prodotti tipici, alle riscoperte e alle sperimentazioni dei più creativi produttori italiani per una rassegna che taglia il traguardo della maturità confermando tutto il suo brio e il suo grande potere attrattivo. Fra tradizione e modernità, la manifestazione ideata da Gabriele Ghirlanda propone quest’anno olio e vino di qualità, prodotti della terra, cooking show, degustazioni, novità editoriali, arte e un percorso di curiosità artigianali che coinvolgerà anche il centro storico. Non mancheranno gustose esclusive, come la presentazione del Brandan, nuovo formaggio maturato su farro e birra che Ghirlanda, in collaborazione con il Caseificio di Seggiano, ha scelto di far debuttare sulla ribalta versiliese. Inaugurazione sabato alle 16 con gli sbandieratori e i musici del Palio dei Micci di Querceta.

I dettagli e le curiosità della rassegna.

IL VILLAGGIO DEL VINO
Dopo il grande successo dello scorso anno torna il “Villaggio del Vino” organizzato da Ideal Party in collaborazione con LaFonderia-Una scelta di campo e con il giornalista enogastronomico Marco Bellentani. Parte dell’area esterna di Palazzo Mediceo sarà occupata dalle postazioni di ventuno aziende vitivinicole che, in un ottica di mostra-mercato, presenteranno e venderanno direttamente in loco i loro prodotti, con un’ampia e qualificata rappresentanza di vini biologici e biodinamici. Una filosofia divulgativa e promozionale che a fianco delle aziende del territorio vedrà la presenza di alcuni grandi dell’enologia italiana. Ecco i nomi dei protagonisti: Podere Concori (maestro della biodinamica Gabriele Da Prato), Il Calamaio (un piccolo grande vino lucchese), Tenuta Mariani (le prime bollicine versiliesi), Marini (sangiovese e grande vin santo da Pistoia), Castello Ripa d’Orcia (il top quality della Val D’Orcia), Lunae (i vini per tutti i gusti e i grandi liquori di Ortonovo), Casa Caterina (il genio del Metodo Classico Aurelio del Bono, da Brescia), Luretta (bollicine bio da Piacenza), Tenuta di Canneto (il sangiovese vinificato in bianco), Fattoria Valdrighi (i vini di Montecarlo), Castagnini (gli autoctoni apuani), Champagne e Co. (Champagne e Cava: bollicine estere), L’Altradonna (il genio versiliese per il vino ancestrale), Fattoria di Magliano (tradizione e qualità da Magliano), Pieve de’ Pitti (la finezza dei vini delle Terre di Pisa), Solatione (un nome, un grande Chianti), La Felce (il Triple “A” di Velier, da Sarzana), Monastero dei Frati Bianchi (rossi corposi e bio dalla Lunigiana), Hortolanus (vini naturali 100%), Vigne Conti (esempio di qualità della vendemmia eroica in Candia), Massimo Ciarcia (vini della costa Etrusca).
I visitatori potranno accedere all’intero circuito di degustazione con calice e pettorina a cinque euro.
 
I COOKING SHOW
All’interno del “Villaggio del Vino” uno spazio speciale sarà adibito ai cooking show – uno il sabato e cinque la domenica – in cui si avvicenderanno alcuni dei più noti chef della Versilia e della Lucchesia. Si parte sabato alle 17:00 con il giovane chef Marco Giannini (ristorante Alex, Tonfano) che preparerà Gnocchetti di seppia, ricotta di capra, salsa al nero e bottarga in abbinamento a un vino Il Calamaio di Samuele Bianchi. Domenica, sotto la direzione del giornalista enogastronomico Marco Bellentani, il via alle ore 12:30 con Orlando Giordan (ristorante Dao, Marlia) che con la moglie pasticcera Ana D’Andreea eseguirà un Carpaccio di Black Angus e Cioccolato (vino abbinato: Essentiae delle Cantine Lunae). A seguire, ore 13:00 circa, spazio allo chef Roberto Monopoli (ristorante Fubi’s, Viareggio), seguito dal patron Stefano Fubiani, che eseguirà lo Sgombro marinato con gel del suo brodo affumicato, pesto di verdure estive e mozzarella in abbinamento a un vino della Fattoria di Magliano. Dopo una pausa, gli show riprenderanno alle 16:30 con Alessandro Filomena (ristorante Franco Mare, Marina di Pietrasanta) con Risotto seppie, Franciacorta Rosé e Caffé in abbinamento ai vini di Podere Concori e Casa Caterina. E ancora: l’oste-chef Gaio Giannelli (ristorante Pozzo di Bugia, Querceta) presenterà Le Coq au Vin in abbinamento all’azienda vinicola L’Altradonna. Gran finale alle 17:45 – dopo la presentazione del Brandan da parte di Gabriele Ghirlanda – con Giuseppe Mancino (ristorante Piccolo Principe, Viareggio) e Michelangelo Masoni (Macellerie Masoni, Viareggio) che proporranno una tartare gourmet a base di Brandan e abbinata a un vino di Tenute Mariani.
Ad ogni cooking show il pubblico potrà partecipare all’assaggio gratuito delle prelibatezze cucinate.
 
L’ENOLIA OIL AWARD
Come da impianto storico, all’interno del Palazzo Mediceo, selezionate secondo un rigido controllo di qualità, ci saranno le aziende produttrici di olio extravergine di oliva con i loro oli in degustazione che concorreranno, novità assoluta di questa edizione, all’assegnazione dell’Enolia Oil award per il miglior extravergine (gli esperti della giuria saranno indicati dalla Camera di Commercio di Lucca). Le aziende partecipanti in questa sezione della rassegna saranno: Frantoio Moro (MS), L’immacolata di Pezzella (PT), Olivodoro (GR), Tenuta Mariani (LU), Agricola Nelli Angela (LU), Frantoio Mazzarrini (SI), Podere Molinetto Alto (LU), Azienda agricola Val di Lama (PI), Frantoio Oleario di Vito Giovanni (CB), Frantoio di Massarosa (LU), Associazione Olivo Quercetano (LU), La Chiusa di Nanni (LU), Fattoria Ceragioli (LU), Associazione “Nostrato” (MS), Azienda Belvedere di Aurora Irene Idilli (MS), Azienda Agricola Il Mandorlo (FI), Fattoria di Magliano (GR). La proclamazione del vincitore dell’Enolia Oil Award 2017 sarà domenica alle ore 16:00. All’interno di Palazzo Mediceo, domenica mattina alle 11:30, sarà attiva La scuola dell’olio: minicorsi per imparare a degustare l’olio d’oliva.
 
IL BRANDAN
Tra le grandi novità della rassegna, il debutto assoluto del Brandan, originale formaggio lasciato maturare su farro e birra in particolari orci di terracotta prodotti con tecnica antica nel piccolo paese di Petroio, in provincia di Siena. Premiato al recente Vinitaly quale miglior formaggio al padiglione Sol & Agrifood, il Brandan ha tutte le carte in regola per assurgere al ruolo di star della diciottesima edizione di Enolia. Un formaggio prodotto dal Caseificio di Seggiano con latte ovino e caratterizzato da un sapore intenso, ma allo stesso tempo estremamente elegante. Un formaggio con una storia tutta particolare. «È dedicato alla figura di Bartolomeo da Petroio, detto Il Brandano, che a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento da bestemmiatore e libertino si trasformò in formidabile predicatore e fustigatore di costumi», racconta Gabriele Ghirlanda, patron di Enolia. «Un mistico fuori da ogni logica per un formaggio disordinato nella forma ma generoso nel sapore, irriverente nell’aspetto ma capace di attirare l’attenzione. Il farro, la birra, gli orci di terracotta di Petroio, da sempre i migliori, forgiano la materia. Il latte ovino in purezza assorbe i profumi, creando così un formaggio che parla al palato in maniera schietta e diretta, senza vie di mezzo. Il Brandan si può amare o no, ma comunque non lascia indifferenti. Proprio come Bartolomeo Garosi detto il Brandano, visionario e sanguigno predicatore».
La presentazione ufficiale del Brandan sarà domenica alle 17:30. A seguire cooking show con il formaggio protagonista della ricetta studiata, eseguita e offerta al pubblico da Giuseppe Mancino, chef due stelle Michelin del ristorante Piccolo Principe di Viareggio e Michelangelo Masoni delle Macellerie Masoni.
 
PRODOTTI TIPICI SUL PRATO MEDICEO
Nel grande prato che fa da trait d’union fra il Palazzo e le Scuderie Granducali troverà posto come sempre il ricco mercato dei ristoratori locali, dei produttori di specialità tipiche e delle aziende agricole. Un variegato percorso del gusto che non mancherà di riservare interessanti sorprese: dai biscotti Fortini allo streetfood bolognese del Molino del Pero, dallo Scoppolato di Pedona al miele della Versilia ai prodotti tipici delle regioni italiane. Ecco l’elenco delle aziende presenti: Alimentari Procissi Laura, San Faustino, Tentazioni Toscane, I Fortini, Scoppolato di Pedona, Birrificio del Forte, il Fruttolo, Trentinella Peppino (prodotti tipici siciliani), Salumificio artigianale Gombitelli, Cristaudo Luigi (prodotti ittici calabresi), Bontà della Garfagnana, Salumificio Lanè Marco, Miele di Luna (birra artigianale), Il Gradile prodotti della Lunigiana, Landing energia (prodotti tipici emiliani), 404 (salse artigianali e liquori erboristici), La Frutta del Lido, Balderi Marco (salumi e formaggi), da Braccione (salumi e formaggi), L’Oro Siciliano (ortofrutta), Bonino Celso (formaggi), Panificio Biscottificio Lazzeri, Liquorificio Auser.
 
GLI ALTRI EVENTI A PALAZZO
Nel programma della manifestazione si inserisce anche la presentazione del libro “La gravidanza della Terra” di Luigi Caricato (domenica, ore 10:15) e la mostra personale dal titolo “Natura, cibo e tavola” del pittore Alessandro Colonnetta.
 
GLI STUDENTI DELL’ALBERGHIERO
Fra i protagonisti della vivace due giorni di Enolia ci saranno senz’altro anche loro, i ragazzi dell’Istituto Alberghiero “Marconi” di Seravezza, impegnati in molteplici attività. Assisteranno ad esempio gli chef protagonisti dei sei cooking show al “Villaggio del Vino” e serviranno al pubblico gli assaggi dei piatti cucinati sul momento. Prepareranno e serviranno un aperitivo in piazza Carducci domenica mattina. Cureranno l’accoglienza nei vari settori della rassegna nell’Area Medicea. Avranno infine una postazione fissa all’ingresso di Palazzo Mediceo per dare informazioni al pubblico e far conoscere l’offerta formativa del loro Istituto.
 
IL GEMELLAGGIO SERAVEZZA – SEGGIANO
Enolia getterà le basi quest’anno per un gemellaggio del gusto fra Seravezza e il piccolo comune di Seggiano, sul monte Amiata, in provincia di Grosseto. Due pregiate cultivar di nicchia – l’olivo quercetano e l’olivastra seggianese –, vini, formaggi, specialità tipiche e una comune attenzione per la qualità del territorio per un ideale ponte all’insegna del turismo ecosostenibile.
 
ARTIGIANATO&CO NEL CENTRO STORICO
A rafforzare l’attrattiva della rassegna ed a creare un percorso di visita che dall’Area Medicea si sviluppa verso il centro storico, nella giornata di domenica Seravezza sarà teatro di una serie di eventi a cura della Pro Loco. Su tutti il Mercatino dell’Artigianato realizzato in collaborazione con l’associazione QuercetArte che porterà un gran numero di bancarelle fra piazza Carducci e via Fusco a partire dalle ore 10:00. I pittori de “La Seravezziana”, inoltre, daranno vita ad un’estemporanea di pittura in via Roma, mentre l’artista Leopoldo Stefani esporrà le sue opere in via Fusco (sempre a partire dalle ore 10:00). Gli altri eventi della giornata: corso di phitoalimurgia per riconoscere ed utilizzare gli erbi commestibili (piazza Carducci ore 10:00-13:00 e 15:00-18:00); esibizioni di danza a cura di Monia&Giada Pole Dance (ore 11:30 e 15:00) e della Quadriglia di Azzano (ore 16:00), entrambe in piazza Carducci; aperitivo offerto e servito dagli studenti dell’Istituto Alberghiero Marconi di Seravezza alle ore 12:00 in piazza Carducci; sagra con piatti tipici a cura della Pro Loco Seravezza (dalle ore 12:30 in piazza Carducci).
 
“DEGUSTARE” ARTE ALLA FONDAZIONE ARKAD
Nel solco di una consolidata collaborazione con Enolia, la Fondazione Arkad apre al pubblico sabato e domenica i propri spazi d’arte all’interno dell’antico edificio che si trova proprio di fianco a Palazzo Mediceo. Si potranno quindi visitare sia lo studio di scultura sia la galleria che ospita molte opere di scultura in marmo. Gli orari di apertura: sabato dalle 16:30 alle 19:30; domenica dalle 10:00 alle 19:30. Una bella occasione per visitare un luogo suggestivo e “degustare” ottima arte.
 
SERVIZIO NAVETTA DALLA STAZIONE DI QUERCETA
Enolia avrà il suo apice nella giornata di domenica. Per agevolare la visita a chi proviene da altre zone della Versilia la Fondazione Terre Medicee ha predisposto un comodo e gratuito servizio di bus navetta che collegherà il capiente parcheggio del terminal della stazione ferroviaria di Querceta con piazza Mazzini a Seravezza: due mezzi da venticinque posti faranno la spola per l’intera giornata per agevolare gli spostamenti dei visitatori ed evitare ingorghi. L’uso delle navette è caldamente raccomandato.
 
ENOLIA SU RADIO RAI
Sabato mattina si parlerà di Enolia nella rubrica “Coltivando il futuro” di RAI RADIO 1 (in onda alle ore 13:25). Il conduttore Sandro Capitani intervisterà il patron della rassegna Gabriele Ghirlanda con un focus specifico dedicato all’Olivo Quercetano, cultivar caratteristica della nostra zona protagonista di una bella storia di recupero e di rilancio fra tradizione e innovazione.
 
ENOLIA IN LIZZA PER IL PREMIO ITALIVE 2017 PROMOSSA DA CODACONS
La notizia è giunta nell’immediata vigilia della rassegna: Enolia è stata censita nel portale Italive.it e ammessa alle votazioni per il “Premio Italive 2017” promosso da Codacons con la partecipazione di Autostrade per l’Italia e la collaborazione di Coldiretti. Il portale informa gli automobilisti su quello che accade nel territorio che attraversano e presenta un calendario aggiornato dei migliori eventi alla scoperta di eccellenze enogastronomiche. Le votazioni espresse dai visitatori del sito saranno raccolte e giudicate da una commissione di esperti che assegnerà il “Premio Italive” a fine anno.
 
 
IL PROGRAMMA DELLA RASSEGNA NEL DETTAGLIO
 
Sabato 22 aprile 2017
ore 16:00 – Inaugurazione manifestazione e apertura stand
ore 16:30 – Enolia, un omaggio al Palio. Figuranti e tamburini in attesa del grande giorno
ore 17:00 – Show Cooking: Chef Marco Giannini (Alex Cibi e Vini – Marina di Pietrasanta) in abbinamento all’azienda vinicola Il Calamaio
ore 19:30 – Chiusura stand
 
Domenica 23 aprile 2017
ore 09:30 – Apertura stand Area Medicea, Palazzo Mediceo, Centro Storico
ore 10:15 – Luigi Caricato presenta il suo nuovo libro “La gravidanza della terra”
ore 11:30 – Palazzo Mediceo, La scuola dell’olio: minicorsi di degustazione dell’olio d’oliva
ore 12:30 – Show Cooking: Chef Orlando Giordan (Dao – Marlia) in abbinamento all’azienda vinicola Cantine Lunae con Essentiae
ore 13:00 – Show Cooking: Chef Roberto Monopoli (Fubi’S – Viareggio) in abbinamento alla Fattoria di Magliano
ore 16:00 – Proclamazione “Enolia Oil Award” ai migliori oli partecipanti
ore 16:30 – Show Cooking: Chef Alessandro Filomena (Franco Mare – Marina di Pietrasanta) in abbinamento ai vini di Podere Concori e Casa Caterina
ore 17:00 – Show Cooking: Chef Gaio Giannelli (Pozzo di Bugia – Querceta) in abbinamento all’azienda vinicola L’Altradonna
ore 17:30 – Presentazione dell’eccellenza “Il Brandan Farro e Birra”
ore 17:45 – Show Cooking: Chef Giuseppe Mancino (Piccolo Principe – Viareggio) e Michelangelo Masoni (Macelleria Viareggio) in abbinamento a Tenute Mariani
ore 19:30 – Chiusura stand
 
Le sedi degli eventi
 
Palazzo Mediceo
– Gli oli d’Italia e della Versilia
– Presentazione del libro “La gravidanza della Terra” – Luigi Caricato
– “La scuola dell’olio”: minicorsi per imparare a degustare l’olio d’oliva
– Personale Alessandro Colonnetta “Natura, cibo e tavola”
– “Enolia Oil Award”
– Studio La Fonderia – Una scelta di Campo: Scatti fotografici per Enolia
 
Giardino Mediceo
– I prodotti del territorio, assaggi gratuiti
– Villaggio del Vino
– Show Cooking
– Presentazione in anteprima dell’”eccellenza” “Il Brandan Farro e Birra”
– Istituto Alberghiero G. Marconi Seravezza
 
Centro Storico Seravezza
– Artigianato e folklore per le vie del centro

No comments