Enrico Rossi scrive al Sindaco in occasione delle celebrazioni del “70° anniversario della Liberazione di Pietrasanta”

0

PIETRASANTA – Partono domani 19 settembre alle ore 10.00, con la proiezione al Cinema Teatro Comunale del film-documentario “Resistenza una Nazione che Risorge 2a parte” e di ‘Versilia’ (estratti) di Ansano Giannarelli – in collaborazione con l’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, Ape Rossa Toscana a cui parteciperà Sara Nocentini, Assessore Cultura e Turismo Regione Toscana – i festeggiamenti per il 70° anniversario della Liberazione di Pietrasanta.

Per tale occasione il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi ha scritto al sindaco Domenico Lombardi una lettera di ringraziamento per l’invito ricevuto:

 Signor Sindaco,

le giunga il mio saluto ed il ringraziamento per l’invito a partecipare alla cerimonia che ricorda il 19 Settembre 1944, data della Liberazione di Pietrasanta.

L’iniziativa ricorda la vastità dell’offesa che il fascismo inflisse al nostro Paese ed il prezzo altissimo che fu pagato da quanti non si piegarono e continuarono con tenacia e coraggio a testimoniare l’attaccamento alla libertà, alla dignità e alla democrazia.

Voglio ricordare quanti persero la vita e la gioventù: partigiani, civili disarmati, soldati ed ufficiali, abitanti delle campagne e delle città sottoposti alle crudeltà e alle privazioni della guerra, alla fame, ai bombardamenti, vittime delle rappresaglie e di una ritirata tedesca feroce che lasciò una lunga scia di sangue dietro di sé.

La Versilia era collocata a ridosso dell’estremo lembo occidentale della Linea Gotica, una fascia difensiva approntata dall’esercito tedesco tra Tirreno ed Adriatico secondo una strategia di “ritirata aggressiva” che finiva per gravare soprattutto sulla popolazione, su cui si abbattevano il terrorismo e le stragi di civili, i rastrellamenti contro i partigiani, le evacuazioni forzate, il lavoro coatto per realizzare le opere di difesa, la fame, i bombardamenti e le condizioni drammatiche della vita quotidiana.

Le formazioni partigiane impegnate nella Resistenza, i militari inquadrati nel Corpo Italiano di Liberazione, la V Armata americana e la diffusa resistenza civile della popolazione affrontarono l’esercito tedesco in ritirata ed i fascisti della Repubblica Sociale Italiana con costi altissimi in vite umane e distruzioni.

La Toscana ha pagato un prezzo molto caro per la riconquista della libertà.

Abbiamo avuto un decimo di tutti i danni di guerra, centinaia di deportati, 4.461 vittime civili degli eccidi nazifascisti, oltre a 281 stragi.                   

In occasione della cerimonia per il 70° anniversario della Liberazione della Città di Pietrasanta, programmata il 20 settembre, il Comando di Polizia Municipale ha predisposto nell’orario 9.30 -10.30 il divieto di sosta, con obbligo di rimozione forzata, in piazza Matteotti, fra il Municipio e la trasversale monti all’Albero di Pino qui presente, nonché in piazza Statuto, sulla porzione centrale/mare, antistante il Monumento ai Caduti.

Il programma del 20 settembre infatti prevede:

ore 9.30 Località Osterietta • Deposizione corona al cippo in memoria delle vittime della strage nazista del settembre 1944

ore 9.45 Viale Apua • Deposizione corona al Monumento al Soldato Alleato Sadao S. Munemori

ore 10.15 Piazza Matteotti • Concentramento autorità, cittadini e associazioni • Corteo per Piazza Statuto con deposizione corona al Monumento ai Caduti • Proseguimento corteo fino al Chiostro di Sant’Agostino

ore 10.45 Sala dell’Annunziata-Sant’Agostino • Saluti autorità

ore 11.15 Presentazione del libro di Federico Bertozzi “Attaccarono i fogli: si doveva sfollà”. Coordina Gianluca Fulvetti direttore dell’Istituto Storico della Resistenza di Lucca

Pomeriggio Piazza Duomo • L’Ampi sezione “Gino Lombardi” presenta i quaderni della Resistenza e della Liberazione di Pietrasanta. Contributo a offerta libera

 

No comments