Entra in pineta in bici, vede i Carabinieri e tenta di disfarsi della droga: inseguito e preso

0

TORRE DEL LAGO – Sono stati ulteriormente intensificati durante gli ultimi giorni i controlli dei Carabinieri al fine di contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona della pineta di Torre del Lago.

Proprio durante tali controlli i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viareggio hanno tratto in arresto in flagranza di reato Fathi Derbali, nato in Tunisia nel 1975, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, pregiudicato per numerosi furti e rapine, poiché ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Nella circostanza i militari notavano il cittadino straniero, già conosciuto per i suoi precedenti, fare ingresso a bordo di una bici all’interno della pineta. I Carabinieri decidevano di appostarsi in posizione defilata attendendo che il cittadino tunisino transitasse nuovamente. Effettivamente dopo circa 20 minuti Derbali ricompariva a bordo della propria bicicletta ma al quel punto si accorgeva della presenza della pattuglia e quindi tentava di darsi velocemente alla fuga lanciando lontano un involucro. I Carabinieri però non lo perdevano di vista raggiungendolo e bloccandolo dopo un breve inseguimento. Lo stesso veniva quindi controllato con attenzione e i militari, dopo aver recuperato l’involucro di cui si era disfatto, trovavano anche un altro involucro ben nascosto sotto il sellino della bici contenente hashish e cocaina. Nel complesso il cittadino extracomunitario veniva trovato in possesso di 5,56 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, 12,6 grammi di hashish e 45 euro in contanti, verosimilmente provento dell’attività di spaccio. Lo straniero è stato allora condotto in caserma e, terminate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Viareggio. Processato per direttissima questa mattina è stato condannato alla pena di 2 anni di reclusione al pagamento di 1400 euro. I militari lo hanno ristretto ai domiciliari.

No comments

*