Esperti di bilancio in summit con il Sindaco per risanare il deficit

0

VIAREGGIO – Stamani il sindaco del Comune di Viareggio ha avuto una riunione con esperti di bilancio per avere ulteriori pareri tecnici sulla situazione finanziaria dell’ente: erano presenti il ragioniere capo, il segretario comunale, l’assessore al bilancio, Claudio Sassetti (ragioniere capo di Pisa), Angela Nobile (segretario generale di Pisa), Francesca Corradini e Sonia Nebbiai, dirigenti finanziari di Firenze, e Pasquale Mirto, esperto economista di enti locali, nonché il professor Stefano Pozzoli. Nel pomeriggio, poi, è stata convocata una riunione con tutte le forze di maggioranza e i consiglieri comunali perché potessero avere dal professor Stefano Pozzoli maggiori chiarimenti  tecnici sulle due procedure possibili: dissesto e predissesto. Erano presenti tutti i consiglieri comunali di maggioranza, tranne Vannucchi ( assente per vacanza). Il professore ha risposto a tutte le domande che gli sono state poste dai presenti, facendo riferimento anche a situazioni concrete di altri comuni dissestati, sia in Toscana che nel Paese. Dalla riunione, finita a sera, è emersa anche la necessità di conoscere le possibilità di riequilibrio del bilancio 2014. Pur essendo stata preannunciata dall’assessore Bertoli la difficoltà di presentare anche per il 2014 un bilancio in pareggio, il sindaco Betti ha annunciato di aver chiesto al ragioniere capo entro pochi giorni un documento ufficiale per il 2014. Il Sindaco ha anche informato i presenti  che martedì ha già appuntamento alla Corte dei Conti, dove si recherà, mentre mercoledì si recherà a Roma, all’Istituto finanziario enti locali. “Avendo letto tutta la documentazione, e in particolare la relazione del collegio dei revisori, si evince un problema tecnico dirimente sussiste ed è l’ampia congerie di partecipazione societarie detenute dal Comune, le cui partite di dare – avere non sono state conciliate – commenta l’avvocato Genick. ” Significa che la massa debitoria , dell’amministrazione non è ancora totalmente emersa, rendendo verosimile la necessità di riconoscere successivamente ulteriori debiti fuori bilancio”. La soluzione obbligata, per Genick, non puo’ che essere quella del dissesto.

Nel frattempo continua la verifica politica delle forze della maggioranza e di coloro che hanno condiviso il programma elettorale del sindaco Betti: per questo il sindaco ha ribadito la totale apertura di nuove priorità programmatiche e la scelta condivisa delle modalità con cui questi nuovi obiettivi debbano essere perseguiti.

“Smentiti Mef, revisori dei conti, Corte dei conti, ragioniere capo e assessore al Bilancio: non c’è dissesto, non c’è problema. Il Bilancio preventivo si può fare in 48 ore e- miracolo! – sarà in pareggio perché dentro ci si mette la vendita (impossibile) della passeggiata – commenta Rossella Martina –  e i crediti (quelli dichiarati inesigibili e eliminati dal consuntivo votato dalla maggioranza!). Questa la sciagurata proposta presentata dal sindaco ai consiglieri di maggioranza”.

No comments