“Far fallire la Viareggio Porto significa impedire al nuovo sindaco di governare”

0

VIAREGGIO – “A seguito dei continui interventi che ogni giorno si susseguono sui giornali, mi chiedo e mi domando: cosa si sta realmente facendo per risolvere i problemi della Città?” E’ il candidato sindaco di Forza Italia, Alessandro Santini, a chiederselo.
“Ma soprattutto – prosegue il politico di centro destra –  questi problemi possono essere realmente risolti da chi è legato mani e piedi alla cultura politica della giunta precedente? Viareggio ha le proprie peculiarità e le sue specificità che la rendono unica al mondo, e il rilancio dell’economia viareggina passa obbligatoriamente dalla valorizzazione di due risorse strategiche, quali il porto ed il carnevale, che sono patrimonio indisponibile della città di Viareggio!
Proprio sul Porto nessuno ha cercato di offrire con chiarezza il quadro preciso della situazione. Ad oggi infatti nei bilanci del comune gravano quei 10.000.000 di euro da dare a Ferragamo così come sancito dalla sentenza del Consiglio di Stato. Nessuno dice però che quei soldi erano stati promessi dalla giunta Betti allo stesso Ferragamo tramite un accordo transattivo. Il comune avrebbe potuto restituire la somma dovuta solamente a seguito della cessione contestuale delle azioni del porto per una cifra di uguale valore. È impensabile quindi continuare nel proporre degli improbabili interventi quando la prima occupazione che investirà la prossima giunta sarà quella di dipanare questo macigno ereditato dalla giunta commissariata. Queste somme sono infatti già state messe a bilancio sia come costi, che come ricavi che deriverebbero dall’eventuale cessione. Questa operazione di salvataggio non può prescindere, però, dalla corretta interpretazione giuridica sul fallimento o meno della Viareggio Porto. La lettura più congrua è quella che si ottiene dalla sentenza del 2008 delle sezioni unite che riguarda la società viareggina nello specifico, e la riconosce, di fatto, come: “istituita per la soddisfazione di finalità  di interesse generale non aventi carattere industriale”, sancendo e di fatto “l’infallibilità”. Stante questo primo passaggio, il secondo è rappresentato da una concertazione vera tra amministrazione e massa dei creditori, alla luce della necessità di ridare a Viareggio una situazione di normalità! Ricordiamo a tutti che Viareggio è stata commissariata a seguito della cattiva gestione della giunta Betti, e tutte le iniziative propagandistiche che parlano di raccolte firme,fiaccolate, hanno come unico effetto di indispettire i già stanchi Viareggini. Chi ha delle colpe o che è correo di questa situazione catastrofica, o che comunque ha in comune con la giunta Betti il credo politico è inutile che si nasconda dietro un libro di sogni e promesse, perché comunque l’eredità politica di quella stagione politica è sotto agli occhi di tutti.
Questa città, infatti, ha per troppo tempo dato credito a dei personaggi che in realtà non avevano la ben che minima idea di quello che stavano facendo. Il mio impegno politico ha un solo credo: responsabilità.
Di fatto il futuro della città non può prescindere dal ristabilire un rapporto sincero con i cittadini. . La città non ha bisogno di nuovi cantastorie che raccontano canzoni già sentite, occorre la massima trasparenza e onestà ed essere credibili di fronte ai viareggini. Mi permetto inoltre di dissentire rispetto a quanto detto dagli altri candidati! Bisogna vigilare sull’attività poste in essere dal commissario Romeo che possono essere scelte che rischiano di pregiudicare le libere scelte di un sindaco liberamente eletto. Bisogna interrompere questa brutta abitudine che chi non è eletto dai cittadini prende delle decisioni con effetti irrevocabili, soprattuto a due mesi dalle elezioni amministrative.
Di fatto la città pagherà per molto tempo ancora gli effetti della cattiva gestione, tant’è che la prossima amministrazione dovrà convintamente operare al fianco dei tre commissari nominati dal Mef che vigileranno sui bilanci della città. Io mi impegno da parte mia ad assumermi le mie responsabilità, come ho sempre fatto e di  offrire delle soluzioni credibili e soprattutto reali per Viareggio e per i Viareggini. Viareggio a chi la ama.Davvero”.

No comments

*

Profumati come… gli antichi romani

MASSAROSA – Sabato 13 settembre alle ore 15, presso l’area archeologica di Massaciuccoli, si terrà un’iniziativa del tutto particolare, dedicata alla produzione del profumo nell’antica ...