Farmacie, Damasco Rosi replica a Alberto Coluccini

0

MASSAROSA – Farmacie, Damasco Rosi replica a Alberto Coluccini: “Pretestuose e senza logica sono le affermazioni del consigliere Alberto Coluccini che come al solito scrive o si fa scrivere comunicati stampa solo per il gusto di farli e con il solo scopo di infangare l’operato, presente o passato, dell’amministrazione comunale o, come in questo caso, quello dell’Azienda Speciale Farmacie Comunali e dei suoi addetti, ledendone anche l’immagine.
Gli utili netti di bilancio in questi anni, hanno fatto registrare una crescita grazie ad un lavoro serio ed oculato da parte dell’Azienda e agli indirizzi da noi dati ad essa. Fornisco i numeri, quelli inconfutabili e quelli che il consigliere in questione non conosce. Anno 2010 utili per € 23.125,00 Anno 2011 utili per € 46.637,00. Anno 2012 i per € 49.675,00. Anno 2013 utili per 81.584,00. Anno 2014, l’anno a cui si riferisce il sig. Coluccini, utili per € 65.720 tenendo conto degli investimenti fatti per la realizzazione della nuova farmacia di Piano di Conca. Di questi € 65.720,00, tolti il fondo di riserva legale e quello di rinnovo impianti, € 49.290,00 verranno girati nelle casse comunali a beneficio del bilancio dell’Ente e quindi dei cittadini. Una cosa che non accadeva da tempo immemorabile
La realizzazione della nuova farmacia, finanziata dall’Azienda con un’operazione di leasing (già cominciato a pagare nel 2014 a differenza di quello che sostiene Coluccini già con una maxi rata iniziale a settembre di € 88.400,00 ovvero il 10% capitale iniziale), oltre ai circa 200 mq di punto vendita e ai circa 100 mq di ambulatori, ha portato alla collettività un ampio parcheggio adiacente a servizio anche della vicina scuola media ed oneri che hanno consentito la realizzazione del grande parco giochi “Arcobaleno” lungo via delle Sezioni. I cittadini hanno dimostrato di apprezzare le scelte dell’Amministrazione, ma se il consigliere Coluccini è contrario ce ne faremo un ragione.
I tre medici di base, che prima ricevevano i pazienti a Piano di Conca in locali privati, rischiavano loro malgrado di dovere lasciare la frazione, ciò potendo creare un disagio agli utenti, soprattutto anziani. Abbiamo risposto alle richieste dei cittadini e del Comitato di Rappresentanza Locale mettendo a disposizione dei medici i nuovi ambulatori, per due mezze giornate ciascuno, per importi di € 150 ed € 200 al mese. Rispetto a cosa si doveva aumentare, lo sa solo il consigliere Coluccini, visto che i medici prima non avevano rapporti con l’azienda. Siamo riusciti a garantire un servizio ai pazienti, non solo di Piano di Conca, i quali per le visite possono usufruire anche dell’ampio parcheggio, gli ambulatori sono adiacenti alla farmacia e, oltre che costituire una comodità per i pazienti, ne aumentano l’indotto. I cittadini ed i pazienti si sono mostrati soddisfatti della scelta fatta, ma se Coluccini è contrario ne prendiamo atto. Le procedure per la predisposizione dei regolamenti previsti dallo statuto e per la gara di tesoreria (che non comporta costi aggiuntivi), nonché la probabile necessità di dover ricorrere all’assunzione di un commesso/a per l’aumento del carico di lavoro (cosa buona), per risparmiare sugli straordinari e sui compensi e consentire ai dipendenti di usufruire delle ferie, sono cose delle quali l’amministratore unico ed il sottoscritto abbiamo messo a conoscenza il consiglio comunale e non sono una scoperta del consigliere Coluccini. Da quando sono assessore alle aziende speciali (e non alle partecipate in questo caso) e non appena ho avuto l’organo di amministrazione operativo (novembre 2014), insieme all’amministratore unico, abbiamo dato subito mandato di procedere così come stanno procedendo in tal senso. Le nostre farmacie comunali lavorano per dare servizi agli utenti e molti ne danno e per migliorare le prestazioni cosa che stanno facendo come è giusto per un’azienda pubblica e in più danno utili. Il consigliere Coluccini con le sue affermazioni, quindi, non solo tira in ballo senza saperlo gli organismi dell’Azienda, non solo sostiene cose inesatte nella forma, nel contenuto e nei tempi, ma si scaglia contro scelte che anche i cittadini hanno sostenuto. Insomma, ha perso un’altra occasione per tacere”.

No comments

*