Ferito alla testa davanti al cimitero: mistero al Marco Polo

0

Letizia Tassinari – Giallo a Viareggio, davanti al cimitero della Misericordia al Marco Polo. Il corpo di un cittadino originario del Marocco  è stato trovato dai carabinieri del Radiomobile ferito, a terra. Ad avvisare la centrale operativa dei militari dell’Arma è stata una telefonata, e sul posto è subito confluita un’ambulanza del 118 e una gazzella. La ferita, alla testa,  da quanto stabilito dai medici del “Versilia” sarebbe stata provocata da un coltello, ma l’uomo ha riportato anche altre lesioni e contusioni al corpo.

Indagini a tutto tondo per ricostruire quanto accaduto, e risalire agli autori dell’aggressione. La lite, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sarebbe scaturita durante la notte tra cittadini extracomunitari, e uno di loro è rimasto ferito. Gli immediati accertamenti svolti dai militari, come spiegato dalla tenente Grazia Centrone, hanno permesso di ricostruire la dinamica dei fatti, secondo cui la lite sarebbe scoppiata tra nordafricani, all’interno della vicina pineta di Ponente, presumibilmente per problemi legati allo smercio di sostanze stupefacenti. Nel corso del litigio un cittadino marocchino di 22 anni sarebbe stato inseguito e percosso da altri 5 o 6 connazionali, rimanendo ferito alla testa con un’arma da taglio, probabilmente un coltello. Grazie ad alcune testimnianze i carabinieri sono giunti all’identificazione certa di due aggressori,  due marocchini pregiudicati, senza fissa dimora e dell’età di 20 anni circa.  Il ferito, trasportato presso l’Ospedale Unico Versilia di Lido di Camaiore, è attualmente ricoverato in stato di osservazione ma non in pericolo di vita. Lo stesso ha riportato un trauma cranico con ferita da taglio al cuoio capelluto. Caccia aperta ai complici.

 

No comments

*