Fermato in A12, era ricercato: doveva scontare oltre due anni di carcere

0

Beccato in autostrada e arrestato, doveva scontare due e sei mesi di carcere. A far scattare le manette ai polsi  di E.J., un cittadino del Marocco di 35 anni, residente in Spagna,  è stata una pattuglia della sottosezione viareggina della Polstrada. Poco prima di cena, erano circa le 19.30, gli agenti lo hanno notato in A12, a bordo di una Renault Megane con targa italiana, condotta da E.S., 40 anni e anch’egli di nazionalità marocchina. I due  sono stati fermati  e sottoposti a un controllo nei pressi dell’area di servizio di Versilia Ovest e, dagli accertamenti effettuati, a carico del passeggero E.J. è risultato un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Bergamo per anni due e  sei mesi da scontare.

Durante le fasi di controllo, lo straniero ha esibito una patente di guida ed un permesso di soggiorno risultati falsificati mentre all’interno dell’autovettura è stata rinvenuta una cospicua somma di denaro, di cui gli stessi soggetti non sono riusiciti a dare spiegazioe per giustificarne il possesso.

Dopo gli accertamenti di rito, il passeggero è stato tratto in arresto e  condotto presso la casa circondariale “San Giorgio” di Lucca, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre sono ancora in corso gli accertamenti sul conducente e sul possesso della somma di denaro.

No comments

*