Ferragosto alle porte, la Guardia Costiera di Viareggio intensifica la sorveglianza

VERSILIA – Ferragosto alle porte, con condizioni meteo marine promettenti su tutto il litorale della Versilia.

La Guardia Costiera ha intensificato in questi giorni la propria attività di vigilanza nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro 2016,  voluta come ogni anno dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e coordinata a livello regionale dalla Direzione  Marittima della Toscana.

In questi giorni, al personale della Capitaneria di porto di Viareggio e dell’Ufficio Locale Marittimo di Forte dei Marmi già dedicato all’operazione, sono state aggiunte altre pattuglie itineranti a terra e sono aumentati i controlli in banchina ed in mare, per un totale di circa 20 militari operativamente impegnati.

Tre i mezzi navali a disposizione: il potente gommone GC A78, particolarmente adatto per l’attività di mare sicuro (può arrivare a distanze vicine alla costa e raggiungere fino a 40 nodi di velocità), la motovedetta CP 563 e la motovedetta SAR  CP 813, operativa 24 ore su 24.

L’attenzione dei militari sarà dedicata principalmente alle aree portuali, al fine di garantire la sicurezza della navigazione e delle banchine, la normale operatività portuale ed il regolare flusso del traffico veicolare, soprattutto in caso di accesso dei mezzi di soccorso e di emergenza.

Sul litorale della Versilia invece, l’obiettivo è garantire il rispetto dell’Ordinanza di sicurezza balneare numero 71/2015 del 19 maggio 2015, consultabile sul sito  www.guardiacostiera.viareggio al link ordinanze e avvisi.

Si ricorda che presso tutti gli stabilimenti, grazie alla collaborazione delle associazioni dei balneari, è stato distribuito ad inizio estate un Vademecum in 5 lingue (oltre all’italiano, inglese, tedesco, spagnolo, francese e russo) proprio per diffondere i contenuti dell’Ordinanza: il Vademecum contiene un elenco di consigli e raccomandazioni utili per tutti, bagnanti, diportisti, nuotatori, subacquei e pescatori sportivi.

Durante l’attività di prevenzione e controllo, l’attenzione dei militari sarà rivolta principalmente (ma non solo) al corretto comportamento dei bagnanti, alla presenza dei bagnini presso le postazioni di salvamento autorizzate, alle dotazioni di sicurezza, salvataggio e primo soccorso degli stabilimenti balneari, al rispetto della fascia di 300 metri delimitata da boe rosse e riservata prioritariamente alla balneazione, al rispetto dei limiti di velocità di 10 nodi nella navigazione in prossimità della costa, al corretto uso dei corridoi di lancio (laddove autorizzati) per l’atterraggio di imbarcazioni, natanti ed acqua scooter.

Nei giorni scorsi, le pattuglie della Guardia Costiera hanno concluso il primo passaggio presso gli oltre 400 stabilimenti balneari e spiagge libere attrezzate presenti sul litorale: in relazione alle tante verifiche fatte la situazione è risultata soddisfacente. Da giugno sono stati elevati una decina di verbali, in particolare per irregolarità nella tenuta o nella conservazione delle dotazioni di primo soccorso e salvataggio degli stabilimenti balneari. Nei casi più lievi, i titolari degli stabilimenti sono stati semplicemente diffidati ed hanno prontamente sanato le mancanze rilevate.

Naturalmente saranno intensificati i controlli in mare alle varie unità da diporto, da pesca e da traffico, affinché siano sempre garantite la sicurezza della navigazione, degli equipaggi e dei passeggeri, nonché la tutela dell’ambiente marino. Anche sotto questi aspetti la Capitaneria è soddisfatta: fino ad oggi sono stati solo 5 verbali per inosservanza delle norme sulla navigazione, a fronte di tanti controlli ed oltre 230 bollini blu rilasciati ai diportisti trovati in regola.  Segno che l’attività di prevenzione effettuata fin dai mesi invernali sta avendo successo, anche grazie alla collaborazione delle varie associazioni di categoria e della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e delle altre Forze dell’Ordine e di Polizia, coordinate dalla Prefettura di Lucca.

Oltre all’Ordinanza di sicurezza balneare, la Guardia Costiera invita alla osservanza delle norme riguardanti il corretto uso delle spiagge contenute nelle Ordinanze Sindacali dei vari Comuni del litorale versiliese: insomma, si al divertimento ma sempre con buon senso e nel rispetto delle regole e degli altri.

Per ogni emergenza in mare il numero blu gratuito da contattare, da telefono fisso o cellulare, è il 1530 della Guardia Costiera.

Lascia un commento