Fiaccolata per la legalità, appuntamento alla Stazione. Bindocci: “Nessuna bandiera”

0
VIAREGGIO – La fiaccolata per la legalià, come anticipato la scorsa settima da tgregione.it quando arrivò la telefonata in diretta  di Massimiliano Bindocci al programma di 50 Canale dove era presente la responsabile della redazione della nostra testata, Letizia Tassinari ( leggi anche: Spaccio e notti violente: Viareggio e sicurezza sotto i riflettori di 50 Canale),  e come riscritto giorni addietro ( leggi anche:“Riprendiamoci Viareggio”, contro gli episodi criminali fiaccolata per la legalità ), è stata presentata ufficialmente questa mattina alla Camera del Lavoro dal segretario della Cgil versiliese Massimiliano Bindocci.  “Lo spirito positivo che ci unisce è nel voler mettere insieme le esperienze e le competenze dell’associazionismo, del volontariato e delle categorie economiche per promuovere una Viareggio dove la legalità e la solidarietà siano elementi indissolubili – ha spiegato Bindocci. “Non appartengono allo spirito dell’iniziativa visioni di sicurezza militarizzata che alcuni stanno proponendo – ha aggiunto il sindacalista facendo riferimento alla petizione e raccolta di firme per avere a Viareggio l’esercito ( leggi anche: Sicurezza, i cittadini di Viareggio chiedono l’Esercito ), tantomeno impostazioni discriminatorie. La visione della sicurezza che proponiamo è di una sicurezza per i cittadini che nasca da uno stato sociale efficiente dove i cittadini a partire dai più deboli non si sentano abbandonati, dove il diritto alla scuola, alla casa, alle attenzioni necessarie per i meno abbienti e per i più deboli siano effettive. Il dissesto in quetso senso ci preoccupa per le ricadute sulle politiche sociali ed occupazionali che andrebbero evitate”. “La sicurezza – ha concluso Bindocci –  è altresì importante, la presenza di vigilii e delle forze dell’ordine deve essere rivalutata come deterrente, ma non enfatizzata, magari aiutata da una maggiore illuminazione in certe zone, anche integrata da videosorveglianza in alcuni punti, ma sopratutto la sicurezza va aiutata da una città più attiva che concepisca l’essere cittadino come un vincolo di mutua solidairetà Nel percorso una tappa è Piazza Mazzini per non abbassare l’attenzione sulle economie irregolari e sulla legalità anche nelle dinamiche imprenditoriali e del lavoro. Riteniamo importante l’essere riusciti a mettere insieme queste realtà eterogenee dalla zona Pastorale di viareggio, alla Croce Rossa, alle associaizoni di volontariato, alle forze sindacali, alle associaizoni datoriali, fino ad alcuni enti di Promozione Sportiva, oltre la CREA, l’ANPI e l’assiociazione MATTEO VALENTI su un obiettivo comune che è il riscatto di una città che vuole uscire dal degrado insieme, tenendo legati legalità e giustizia sociale. Davvero vogliamo provare a riaccendere i giusti obiettivi che Viareggio merita e su cui le istituzioni devono adoperarsi perchè i cittadini di Viareggio non siano lasciati soli”.
L’invito alle forze politiche e gli appartenenti a tali schieriamenti è di partecipare se condividono l’iniziativa nella sua complessità (LEGALITA’ e SOCIALITA’), ma senza ostentare con bandiere le varie appartenenze politiche perchè le riteniamo estranee allo spirito dell’iniziativa.
Itinerario: PIAZZA DANTE ORE 21.00
PIAZZA MAZZINI
VIA COPPINO ANGOLO VIALE TIGLI
In caso di pioggi battente è stato chiesto al Comune di poter concludere l’iniziativa in Sala di rappresentanza.

No comments

*