Fiocco rosa per Ibi: la vita dopo la morte, e il dolore

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari – Fiocco rosa per Ibi Ayad, la ragazza marocchina, unica sopravvissuta della famiglia dopo la notte di inferno della strage di Viareggio del 29 giugno 2009. Mamma bis, dopo il primo figlio, un maschietto, Hamza, è nata Iman. Due nomi, quelli dei figli di Ibi, che sono gli stessi dei fratelli morti per colpa del fuoco assassino con i genitori. La vita dopo la morte. La speranza, quella di un futuro migliore, dopo tanto dolore, in attesa che il processo renda giustizia ai parenti delle vittime. La famiglia di Ibi fu sterminata dall’esplosione del treno cisterna carico di GPL. Ibi è il simbolo che la vita continua, questi figli li ha cercati e voluti, e li crescerà con amore. Lo stesso che i suoi genitori le hanno dato, e insegnato. Persone per bene, venute in Italia per un dare alla propria famiglia un futuro migliore, e che qui hanno trovato la morte, per colpa di un treno killer. Ma oggi è la vita a vincere. L’augurio da parte di tutta la redazione di Tgregione.it a mamma Ibi e a babbo Hicham, è quello di tanta felicita. Quella che meritano, dopo tanto dolore.

No comments

*