FIOM-CGIL : “La commissione consultiva dell’Autorità Portuale sia la sede di un reale confronto sul futuro del porto”

0

VIAREGGIO – E’ stata finalmente costituita la commissione consultiva dell’Autorità portuale regionale, a più di un anno dalla nomina del commissario Fabrizio Morelli. La Fiom Cgil è stata l’unica organizzazione che ha chiesto pubblicamente, a più riprese, che si giungesse presto alle nomine dei membri, affinché il Comitato portuale diventasse la sede reale della discussione intorno al futuro del porto viareggino.

“Oggi siamo – spiegano in una nota, dal sindacato dei metalmeccanici – di fronte ad un passaggio chiave nello sviluppo – o meno – di un settore dell’economia cittadina fra i più importanti, se non il principale. Per questo il sindacato è pronto a fare la sua parte propositiva nella definizione del nuovo regolamento portuale e degli indirizzi socio-economici ad esso connessi. E’ l’occasione per ridisegnare uno sviluppo sostenibile, all’insegna della legalità, che metta al centro il lavoro e il processo di concertazione democratico.

Nel frattempo l’iter di aggiornamento del piano regolatore portuale è andato avanti e numerosi sono stati gli incontri con le categorie economiche che gravitano intorno al porto e la stessa amministrazione comunale, finché è stata in carica, aveva un ruolo importante da giocare.

Nel frattempo, anche la crisi economica e sociale – e ora anche amministrativa – della città di Viareggio è andata avanti, mentre la Fiom Cgil dava l’allarme sulle grandi questioni irrisolte che rischiano di esplodere, in un quadro generale dove l’industria nazionale viene smantellata e si vuole trovare la soluzione nell’attacco ai diritti dei lavoratori.

Malgrado la funzione di tipo consultivo della commissione, l’aspetto “pubblico” dell’intera questione richiede che non si tratti solo di prendere atto delle decisioni già prese, né che vengano rappresentati meri interessi privati, invece che interessi sociali condivisi.

Questo per fugare ogni dubbio sui possibili conflitti di interesse che possono interferire nell’attività istituzionale di soggetti che rappresentano in primo luogo la parte imprenditoriale, su materie come le concessioni demaniali o l’organizzazione degli spazi portuali, a titolo di esempio”.

La Fiom Cgil quindi, sarà presente alla commissione, di cui fa parte il segretario provinciale Lamberto Pocai , del 29 ottobre prossimo  e “attende di capire, al di là degli adempimenti formali, quali saranno gli indirizzi fondamentali e gli argomenti sul tavolo=.

Infine, per quanto riguarda il 25 ottobre, le ultime notizie danno più di 150 metalmeccanici Fiom in partenza dalla provincia di Lucca per la manifestazione nazionale a Roma, in totale 3 pullman, annunciando quindi un’alta partecipazione della categoria.

“Per il lavoro, i diritti, contro l’abolizione dell’articolo 18 e le norme inutili e dannose per la ripresa dell’occupazione contenute nel Jobs Act del governo Renzi”.

No comments

*