Flash mob contro il massacro di Gaza. Pietrasanta si mobilita

0

PIETRASANTA – Riceviamo e pubblichiamo la lettera di convocazione della manifestazione.

A Gaza stanno morendo i civili, tantissimi civili, persone normali in carne ed ossa, con i loro sogni, le loro speranze, i
loro progetti per un futuro di pace e di giustizia per tutti. A Gaza stanno morendo i bambini, tantissimi bambini, il futuro di un popolo annientato da una pioggia di bombe di cui, i sopravvissuti, non comprenderanno mai la ragione.Alla luce di questo inarrestabile massacro, abbiamo sentito la necessità di prendere una posizione di assoluta distanza da tutto questo. Vogliamo richiamare più persone possibili ad unirsi in un unico messaggio di PACE, chiediamo che la Pace riacquisti il suo significato più pieno, non solo come assenza di guerra ma soprattutto come la piena realizzazione della giustizia e della libertà dell’autodeterminazione dei popoli.Pietrasanta c’è. Abbiamo pensato ad un evento collettivo, per cui è previsto un ritrovo all’ingresso di Via Mazzini venerdì 8 Agosto alle 20.00 (dalla parte di piazza Crispi, parcheggio) Insieme a tutti coloro che intendono
partecipare, porteremo con noi una o più candele e attraverseremo – diretti verso Piazza Duomo – il tappeto di carta che sarà steso lungo tutta Via Mazzini e su cui chiunque potrà lasciare un pensiero, un disegno, un segno…In Piazza Duomo ci aspetterà un grande telo bianco su cui grandi e piccini potranno lasciare l’impronta della propria mano. Ai colori ci pensiamo noi, gli altri portino tutte le mani che hanno. Infine, ognuno di noi lascerà la propria candela sul messaggio che troveremo tracciato sull’asfalto e, lì, ci prenderemo qualche attimo di silenzio in ricordo di chi ha perso la vita in questo massacro. Abbiamo bisogno di tutto….ma soprattutto di voi, chiunque abbia voglia di partecipare lo può fare scegliendo la dimensione che più gliappartiene. La speranza è quella di essere così tanti da non saper più dove metterci….

Gli organizzatori
“Le mura della ‘Terra dei Bambini’ erano sorte, nel 2011, per tenere lontano dai più piccoli l’orrore della guerra tra Palestina e Israele.  Invece, l’ultima offensiva israeliana non ha risparmiato il frutto del progetto realizzato dalla Ong milanese Vento di Terra e finanziato dalla Cooperazione italiana. La struttura, che ospitava un asilo con 130 bambini e un ambulatorio pediatrico, è stata letteralmente rasa al suolo”(Mondo Solidale).

No comments

*

Macrostruttura, al via il secondo step

VIAREGGIO – Secondo step per i lavori sulla macrostruttura comunale: partirà nei prossimi giorni il bando per le posizioni organizzative. Andranno infatti domani all’approvazione della ...