Forte dedica il 2016 a Thomas Mann

0

FORTE DEI MARMI – Il 2016 sarà l’anno di Thomas Mann. Omaggio di Forte dei Marmi al suo illustre ospite e al turismo tedesco
Forte dei Marmi dedicherà il 2016 a Thomas Mann in occasione del novantesimo anniversario del suo soggiorno a Forte dei Marmi, dove l’autore prese ispirazione per la realizzazione della novella Mario il Mago (titolo originale Mario und der Zauberer), pubblicata nel 1930. Questa, che fu l’unica opera del grande artista interamente dedicata all’Italia e che racconta la vacanza a Forte dei Marmi (prima al Grand Hotel e poi all’Hotel Regina), dove assistette ad uno spettacolo di un improvvisato illusionista: Cesare Gabrielli, diventato nel racconto di Mann il Mago Cipolla. Una figura allegorica, che è stata letta come una raffigurazione di Mussolini e delle sue doti di imbonitore delle folle. Ma già il prossimo giugno ci sarà un’anteprima di queste celebrazioni con una lettura scenica commentata della novella. Gli eventi del 2016 che l’amministrazione sta organizzando saranno, non solo un omaggio a questo insigne rappresentante della letteratura del Novecento, Premio Nobel nel 1929, ma anche l’occasione per ricordare i numerosi letterati e artisti che fin dagli albori del secolo scorso hanno soggiornato a Forte dei Marmi, contribuendo a creare le basi di quell’ambiente culturale e artistico sbocciato e cresciuto sul nostro territorio. Un ambiente che ha proiettato Forte dei Marmi al di fuori dei confini locali, facendone la musa ispiratrice di molti artisti, italiani e internazionali. Nomi illustri quelli tedeschi, come il pittore Arnold Boecklin, l’architetto Adolf Von Hildebrandt e la poetessa Isolde Kurz, che sono stati i primi rappresentanti di un turismo germanico molto presente sui nostri lidi nel corso degli anni passati e che ha aperto le porte ad una frequentazione affezionata e familiare, perpetratasi per decenni. “Sarà una festa a trecento sessanta gradi – ha dichiarato il sindaco Umberto Buratti – che celebrerà Thomas Mann e tutta la cultura tedesca, rinnovando un legame di lunga data, che affonda le sue radici in tutto il Novecento. E’ un progetto che sta prendendo corpo e che contiamo di sviluppare nei prossimi mesi, organizzando una serie di manifestazioni che coinvolgeranno la cultura, l’arte e il turismo, riaprendo contatti e creandone di nuovi. Thomas Mann sarà l’indiscusso protagonista, il punto fermo a cui si collegheranno diverse altre iniziative, che saranno una grande sorpresa per tutti”.

No comments

*