Forte dei Marmi ospita dal 30 giugno al 30 settembre “Lapidarium Frammenti” la personale di Gustavo Aceves

FORTE DEI MARMI – L’Amministrazione Comunale ha deciso di ospitare, quest’estate, nel cuore di Forte dei Marmi, un’esposizione personale di sculture di Gustavo Aceves, artista messicano la cui notorietà è riconosciuta a livello internazionale. 

“Lapidarium – Frammenti” che sarà inaugurata sabato 30 giugno alle 19.00 presso la Piazza Garibaldi, è stata pensata appositamente per il centro di Forte dei Marmi con una disposizione di dieci sculture monumentali del progetto itinerante ‘Lapidarium’, articolate lungo Via Carducci e  Piazza del Fortino. In contemporanea alla mostra di Forte dei Marmi, sono esposte sculture dell’itinerante progetto, nella mostra “Lapidarium: dalla parte dei vinti”  ad Arezzo fino al 14 ottobre 2018, creando un forte collegamento culturale fra le due città toscane. 

Il progetto per Forte dei Marmi, in esposizione dal 30 giugno fino al 30 settembre, curato da Enrico Mattei e con il supporto dall’Ambasciata del Messico in Italia, rappresenta il tentativo di Aceves di dare una risposta dinamica e forte a una delle questioni più pressanti e dibattute dei nostri tempi: l’emergenza migratoria, ma in particolare instaura un confronto storico con quella che era la ‘migrazione’ dei marmi che dal centro del paese e del suo Fortino venivano trasportati fin sul pontile e da lì, una volta caricati sulle navi, partivano per tutto il mondo. 

L’artista dà forma al pensiero di una crisi dalle radici profondamente radicate nella storia, visto che ogni scultura rappresenta un momento di una particolare diaspora della storia antica.