Forte dei Marmi e stabilimenti balneari: “La gestione qui da noi è ancora familiare”

0

FORTE DEI MARMI – ” Abbiamo letto le critiche di Flavio Briatore nei confronti di Roberto Santini, il loro botta e risposta ripreso dai più importanti quotidiani nazionali, e poi abbiamo letto la nota stampa del Comune di Forte dei Marmi del 14 giugno scorso”.

Lo scrive in una nota Michele Molino, con Rachele Nardini ed Elisa Galleni:

“Capiamo che nella seconda metà di giugno altre siano le priorità, ma una nota che si muove sull’equilibrismo, sinceramente non ci soddisfa. E non vogliamo dire che Murzi doveva scriverla diversamente, ci mancherebbe; è l’espressione – o forse la non-espressione – del suo pensiero e lo rispettiamo. Ma ci manca qualcosa: ci manca una difesa vera dell’accoglienza fortemarmina; ci manca sentire dire che non c’è nessuna vergogna ad avere ereditato da chi ci ha preceduto un’attività come questa, perché tutti i balneari fortemarmini hanno vissuto la stessa cosa. Avremmo voluto sentire dire, forse, che in un’epoca dove tutto si valuta sul “quanto costa” e non sul “quanto vale”, i fortemarmini hanno saputo sempre mantenere uno stile personalissimo di fare turismo che moltissime persone apprezzano. Avremmo voluto sentire dire dal Comune che, se Briatore fosse venuto al Forte da bambino, oggi avrebbe semplicemente apprezzato di ritrovare lo stesso sapore di un tempo. Perché qui il turismo non si è fermato agli anni Sessanta, ma ha saputo salvaguardare di quegli anni lo spirito genuino che li ha caratterizzati. I bagni del Forte sono, per la maggior parte, ancora nelle mani dei fortemarmini e la gestione qui da noi si fa in modo familiare. Ci si conosce tutti per nome, si lavora insieme e talvolta si discute, ma prima di tutto ci si assicura che le migliorie che ogni anno vengono introdotte siano in linea con il nome di Forte dei Marmi. E aggiungiamo: mantenere un certo stile non è una scelta personale casuale, è la consapevolezza che così si mantiene intatta la bellezza del Forte. E il suo nome nel mondo”.

No comments

*