Furto alcolico all’Officina del Caffè, i ladri portavano via champagne e vini

0

VIAREGGIO – Ennesimo furto, il sesto in un anno, all’Officina del Caffè.  Questa volta i ladri hanno forzato la porta che affaccia su via XX Settembre scardinando le chiusure di sicurezza e poi hanno rubato bottiglie “importanti” di champagne e di vino tipo Tignanello, Perrie Jouet “Belle Epoque” , Bollinger , Rum Zacapa 23 e  il fondo cassa che era composto solo da monete. Furto mirato, sostiene il titolare Cesare Funel: “Questa è gente che vive in mezzo a noi, che viene a fare sopralluoghi e poi colpisce con precisione – spiega -: Non so più cosa fare preso dallo sgomento, i furti sono iniziati a Natale l’anno scorso, e tutte le volte che entravano miglioravo la sicurezza agli ingressi pensando di aver risolto il problema perché da maggio a oggi non erano riusciti a entrare. Purtroppo stanotte si sono attrezzati per superare anche le nuove chiusure che avevo messo alle porte, ora cosa posso fare ancora? Mettere porte blindate tipo oreficeria? Per un bar? Oppure migrare altrove in un’altra città?”. Sul posto, questa mattina, è intervenuta una pattuglia dei Carabinieri, per i rilievi del caso. Il bottino, inclusi i danni, ammonta a qualche migliaio di euro.

“La lista civica Viva Viareggio Viva vuole esprimere la sua solidarietà a Cesare Funel che ha subito l’ennesimo furto nel suo bar di via Fratti, l’Officina del Caffè. Funel è un membro del direttivo della lista civica, una persona che vive del suo lavoro, che svolge con passione e competenza. Questi ripetuti furti e danneggiamenti , oltre tutto in una zona così centrale della città, ci paiono anche il sintomo di quella mancata sicurezza di cui da tempo si parla. Viareggio non è più quella cittadina tranquilla, dove si vive bene, dove si può girare per le strade a qualsiasi ora senza eccessivi timori, dove si può aprire un’attività commerciale senza subite continui danneggiamenti. La crisi economica, l’impoverimento, ma anche uno scarso controllo del territorio hanno creato una situazione critica che tiene tutti in tensione, e ancor di più i titolari di attività commerciali, alle prese con continui problemi”. Questa la nota che conclude: “Viva Viareggio Viva ritiene che i cittadini non possano essere lasciati soli ad affrontare il problema, le istituzioni e le forze dell’ordine devono farsene carico, sia cercando di assicurare alla giustizia i responsabili, sia soprattutto prevenendo con un serrato controllo del territorio”.

No comments

*