Furto in tabaccheria, la Polizia intercetta l’auto: dentro 4500 euro di “bionde”

0

MASSAROSA – Nella nottata il personale delle volanti del Commissariato di Polizia di Viareggio ha rinvenuto una Bmw  rubata a Pisa due giorni fa, utilizzata per perpetrare una serie di furti nei comuni della zona.

Alle ore 3 di stanotte, giungeva sulla linea di emergenza 113 una richiesta di sopralluogo di furto avvenuto presso una tabaccheria di Massarosa, dove, oltre alle segnalazione del furto subito, veniva segnalata anche un’autovettura BMW grigia, che, già in precedenza, era stata notata nei pressi di esercizi commerciali dove erano stati perpetrati furti.

La Volante giungeva dopo pochi minuti sul posto e, constatato il furto, si metteva alla ricerca dei criminali.

Ne scaturiva una vasta battuta di ricerca da parte degli operatori che, grazie alla conoscenza del territorio, rintracciavano l’autovettura precedentemente segnalata, abbandonata in via Aquarella, col motore ancora caldo, segno che era stata da poco abbandonata e che i malviventi, sicuramente disturbati dall’incessante presenza della volante, si erano dati alla fuga a piedi attraverso i campi.

Gli operatori, bloccavano quindi l’autovettura con la macchina di servizio per evitarne un’ulteriore utilizzo criminoso e si mettevano alla ricerca dei criminali; ma data la scarsa visibilità e il terreno impervio, non riuscivano a seguire tracce utili che consentissero la cattura dei rei.

Ciò nonostante, grazie alla velocità di azione e alle capacità operative degli operatori si riusciva a rinvenire l’autovettura e la refurtiva accumulata dai malviventi.

Infatti all’interno del bagagliaio dell’autovettura erano occultate 4500 euro in stecche di sigarette, 2500 euro in gratta e vinci, oltre ad un pc marca HP, una videocamera digitale marca “Samsung”, una marca “Fuji”, una playstation portatile, vassoi in argento, tutto riconducibile a furti perpetrati nell’arco della serata ai danni di tre esercizi commerciali situati nei comuni di Massarosa e Pietrasanta.

L’autovettura e parte della refurtiva sono già stati riconsegnati ai proprietari.

Sono stati acquisiti i filmati delle videocamere dei negozi per addivenire all’identificazione dei malviventi.

 

 

No comments

*