Furto e spaccio, tre arresti a Viareggio e Lido di Camaiore

0

VERSILIA – Nel corso degli ultimi giorni sono proseguiti senza sosta i controlli dei Carabinieri finalizzati a prevenire la commissione di furti, scippi e rapine e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso dei controlli sono state passate al setaccio le zone più esposte allo spaccio di sostanze stupefacenti e quelle divenute ritrovo di
cittadini stranieri.
Proprio durante tale mirata attività i Carabinieri della Stazione di Viareggio hanno proceduto all’arresto di Chokri Majri, nato in Tunisia classe 1975, nullafacente, pregiudicato. Infatti durante un controllo eseguito in Piazza Dante il cittadino tunisino è risultato ricercato poiché condannato alla pena definitiva di 2 anni e 8 mesi di reclusione in quanto riconosciuto colpevole di un furto perpetrato con un complice in data 23.12.2014 ai danni di un’attività commerciale di via Pucci. Nella circostanza il cittadino extracomunitario aveva forzato la porta di ingresso trafugando circa 2000 euro in contanti e 2 martelli pneumatici. Condotto in caserma e, terminate le formalità di rito, lo straniero è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Lucca ove sconterà la pena irrogatagli.
Inoltre nel corso di un secondo controllo i Carabinieri della Stazione di Lido di Camaiore hanno tratto in arresto Omar Heradi, nato in Marocco classe 1992, nullafacente, pregiudicato; Youssef Hamidallah, nato in Marocco classe 1990, nullafacente, pregiudicato;
poiché risultati destinatari di un’ordine di carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica di Lucca.
In particolare i 2 cittadini extracomunitari sono stati coinvolti nell’operazione Super Store 2 condotta lo scorso mese di marzo dai Carabinieri della Stazione di Lido di Camaiore che, a seguito di mirate indagini, erano riusciti ad individuare gli appartenenti ad un sodalizio criminale, composto da 7 cittadini marocchini, che aveva allestito a Lido di Camaiore, all’interno di una piccola pineta sita in via Ariosto, una piazza di spaccio sempre attiva che richiamava acquirenti anche dai Comuni vicini.
A seguito della prima ordinanza i 2 cittadini stranieri erano stati sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Camaiore ma le ulteriori indagini condotte dai Carabinieri hanno permesso di accertare che gli stessi avevano in più circostanze violato tale misura cautelare allontanandosi da Camaiore e per tale ragione la competente Autorità Giudiziaria ha ordinato l’immediato arresto dei predetti. I 2 sono stati quindi condotti in caserma e dopo le formalità di rito Hamidallah  è stato ristretto presso il proprio domicilio agli arresti domiciliari che dopo una specifica istanza sono stati sostituiti con l’obbligo di presentazione presso una caserma dei Carabinieri mentre Heradi è stato associato presso la Casa Circondariale di Lucca.
I dettagli dell’operazione, denominata Super Store 2 sono stati illustrati lo scorso 15 marzo.

No comments

*