Gaia raddoppia il fondo sociale: 1 milione per le fasce deboli

0

VERSILIA – Migliorano le condizioni finanziarie di GAIA S.p.A.: stamani l’Assemblea dei Soci del Gestore ha approvato il Bilancio 2016 della Società, chiuso al 31 dicembre con un utile di circa 624 mila euro.

“Anche quest’anno l’utile di esercizio sarà interamente reinvestito nella gestione per la realizzazione degli investimenti di cui il nostro territorio ha bisogno, tra i quali gli interventi previsti per tutti gli impianti di depurazione, da Carrara a Viareggio, per le estensioni di rete fognaria nonché per gli interventi sugli acquedotti al fine di risolvere definitivamente le criticità legate all’emergenza idrica. – ha dichiarato il Presidente di GAIA Vincenzo Colle. – Il bilancio 2016 ha visto un sostanzioso incremento delle somme a disposizione del Fondo Utenze Disagiate, con un accantonamento pari a un milione di euro. Attualmente sono 1.200 le famiglie assistite dal Fondo, sappiamo che, purtroppo, possono essere molte di più. Proseguiamo così nel “percorso verso l’utenza” dichiarato a inizio mandato: GAIA è una società pubblica ed è chiamata ad essere attenta al sociale, più di ogni altro Gestore idrico.”

MENO COSTI – Nel corso del 2016 GAIA ha registrato la riduzione di un milione di euro di costi per materie, risparmiando sull’energia elettrica e sull’utilizzo di prodotti chimici, grazie ad un’attenta gestione delle gare e ad una corretta manutenzione degli impianti. Calano anche i compensi ai collaboratori (-84%), al Consiglio di Amministrazione (-23%), i costi del personale (-0,7 milioni) e altri costi per servizi.

MENO DEBITI –  Altra buona notizia è che la Società, rispettando il Piano di rimborso stabilito dall’A.I.T., ha potuto adempiere ai rimborsi nei confronti dei comuni garantendo il pagamento di circa 6,2 milioni di euro previsti per il 2016, rispettando il trend di rimborsi del 2015. Anche i debiti verso i fornitori hanno registrato una sensibile riduzione (-3,4 milioni):  prosegue dunque l’azione di riequilibrio finanziario avviata negli esercizi precedenti.

OBIETTIVI – Massima attenzione è dedicata dal Consiglio di Amministrazione e da tutta la Società all’ottenimento del finanziamento strutturato, necessario ad accelerare il piano degli investimenti per i prossimi anni. Entro l’estate verrà presentato il nuovo Piano industriale 2017/2021 che guiderà la Società nella riorganizzazione, nel contenimento e nell’efficientamento dei costi. L’obiettivo è ottenere effetti positivi sulla tariffa ricordando che la stessa, oltre a coprire i costi operativi della società, serve a sostenere gli investimenti nelle infrastrutture, data la drastica riduzione negli ultimi anni dei contributi erogati attraverso la fiscalità generale.

Durante l’Assemblea sono stati illustrati le altre iniziative intraprese nel 2016: la “Riforma dei distacchi”, che prevede lo stop alla chiusura dei contatori per le famiglie morose in difficoltà, l’allungamento a 5 anni della validità dell’articolazione tariffaria prevista per le famiglie numerose con più di 3 componenti e il dimezzamento del deposito cauzionale per chi è in regola con i pagamenti, approvate dall’Autorità Idrica Toscana e a breve inserite nel nuovo Regolamento del Servizio idrico di GAIA S.p.A.

No comments

*