Giallo in Porto, cadavere in acqua al pontile 3

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Giallo in Porto a Viareggio.  Il cadavere galleggiante è stato avvistato in acqua al pontile 3 poco dopo l’ora di pranzo da un diportista con la famiglia che ha subito avvisato Capitaneria, Carabinieri e 118. Jeans e giubbotto, capelli rasta, una borsa al collo. Donna. Notizie frammentarie quelle trapelate dagli inquirenti mentre i sommozzatori hanno recuperato e portato a terra il corpo senza vita. La salma, dopo un primo esame dei medico legale e dopo che il magistrato di turno ha autorizzato la rimozione del cadavere, è stata trasportata all’obitorio dell’Ospedale Unico “Versilia” per ulteriori accertamenti che possano stabilire le cause della morte. Caduta in acqua accidentalmente, o colta da un malore, e affogata? Uccisa? Interrogativi, questi, rimasti al momento senza risposta. Il pm dottor Enrico Corucci ha disposto l’autopsia, e sarà l’anatomopatologo dottor Stefano Pierotti a stabilire con certezza i motivi del decesso. Unica cosa certa la donna è europea, pelle chiara, colore dei capelli castani, età apparente tra i 20 e i 30 anni e non sembra avere segni di violenza. Non è escluso che il corpo si trovasse in acqua da giorni e che sia trascinato in Porto dalle correnti.  Ai militari dell’Arma, Nucleo Radiomobile e la Scientifica, sul posto con la tenente Tamara Nicolai, il compito di risalire all’identità della donna che addosso non aveva documenti. Al vaglio degli inquirenti tutte le denunce di scomparsa degli ultimi giorni.

( foto di Letizia Tassinari e Iacopo Giannini )

 

 

No comments

*