Gianluca Pajatto: “Querceta, un paese dimenticato”

0

QUERCETA – “Gli interventi di Mirco Baldi, ex Presidente del Centro Commerciale Naturale di Querceta, e dell’Assessore Biagi ci stimolano una risposta ed anzi li ringraziamo perché ci danno l’opportunità per segnalare quanto fatto fino ad oggi.
Fin dalla campagna elettorale del 2011 avevamo sottolineato le criticità che attanagliavano Querceta e le zone vicine.
Da allora però non è stato fatto nulla e la situazione è inesorabilmente peggiorata”.

E’ l’avvocato Gianluca Pajatto, nonchè consigliere comunale Lista Monaco, che parla: ” Le attività commerciali, quelle poche che ancora oggi riescono a resistere, si scontrano con un’Amministrazione che sembra non rendersi conto di come Querceta stia lentamente morendo. Avevamo chiesto, in diversi Consigli Comunali, di trasformare il palazzo di piazza Matteotti come un nuovo polo artistico-culturale che potesse integrare ed ampliare l’offerta del nostro Comune. L’idea, infatti, era quella di creare una perfetta sinergia fra gli eventi realizzati al palazzo Mediceo ed altri da allestire nel palazzo a Querceta. Così facendo avremmo potuto costruire un vero e proprio percorso che avrebbe coinvolto l’intero territorio comunale.
Purtroppo, nonostante le nostre diverse proposte, l’Amministrazione non ci ha ascoltato optando per altre scelte di cui oggi ne vediamo gli effetti negativi. Avevamo anche proposto di utilizzare le due piazze di Querceta come luoghi per eventi di vario genere (mostre, concerti, manifestazioni sportive, ecc): ma anche in questo caso silenzio più assoluto.
In più occasioni abbiamo chiesto anche di valorizzare la stazione ferroviaria che rappresenta la porta di ingresso al nostro Comune: anche qui nessuna risposta e così ci troviamo una stazione sporca, insicura e senza un’ascensore che possa agevolare l’accesso ai binari. Indubbiamente l’intervento dell’Assessore Biagi non convince e appare come uno spot per una campagna elettorale già iniziata. Ci auguriamo che alle parole dell’Assessore Biagi seguano i fatti così come richiesti ad alta voce dalla cittadinanza”.

No comments

*