Giannerini si dimette, la Giunta Betti perde l’assessore al Porto

0

VIAREGGIO – (di Alberto Pardini) – L’Amministrazione Betti macina un altro assessore, l’ennesimo. Tra epurati e dimissionari stavolta tocca a Giovanni Giannerini, assessore a Porto e Ambiente, fare un passo indietro a causa di differenza di vedute con il Sindaco.

La mancata vendita agli arabi, la messa in liquidazione della Viareggio Porto Spa – di cui era presidente prima di venir “promosso” ad assessore – e le divergenze sulla via da seguire nei prossimi mesi sono tra le principali cause che hanno spinto Giannerini a lasciare l’assessorato assegnatogli.

“Nessuna polemica  – questo il suo commento a caldo – ma è una questione di coerenza. Ho detto al sindaco che non sarei stato d’accordo a non chiedere un piano di risanamento. Quindi rimango della mia idea: pensavo sarebbe stato meglio per tutti farci bocciare il piano anziché decidere noi per il dissesto. Se le mie sono dimissioni irrevocabili? Sì, certo”.

Politicamente però il passo indietro dell’ex presidente della Viareggio Porto SpA può essere letto in altro modo: Giannerini infatti è sempre stato definito uno dei “padri” della candidatura di Betti alle scorse elezioni e della scalata ai vertici del Pd locale di Generazione Democratica, capace di ribaltare i ruoli di via Regia, e il suo impegno fu premiato con la nomina a presidente della Viareggio Porto SpA. Dopo la Granaiola quindi, ecco che un’altra delle “prime pietre” dell’attuale maggioranza se ne va, lasciando sempre più sola un’Amministrazione che di giorno in giorno appare sempre più in difficoltà.

Rossetti (dimesso), Puccetti (cacciata), Servetti (cacciata), Augier (cacciato), Caprili (dimesso), Giannerini (dimesso), sei, tutti in soli 15 mesi; dall’inizio resistono solo Fruzza, generalmente fuori dai giochi di partito, e Dal Pino, fedelissimo Bettiano. Sono invece subentrati nel tempo Romanini, Bertoli, Strambi e Lazzarini.

“In data odierna – questa la nota ufficiale arrivata dall’ufficio stampa del Comune – si è svolta l’assemblea straordinaria della società Viareggio Porto p.a., nel corso della quale il Comune di Viareggio, socio unico, ha proposto la messa in liquidazione: come è noto, la società ha infatti dovuto iscrivere a bilancio perdite per 1,285 milioni di euro derivanti dall’anno 2004 e dovute a contenziosi giudiziali, che richiedono accantonamenti. Nel corso di tale Assemblea è stato nominato liquidatore Giovanni Giannerini il quale ha rassegnato subito dopo le proprie dimissioni al Sindaco di Viareggio, Leonardo Betti, dalla carica di Assessore ad Ambiente, Rapporti con il Consiglio Comunale e Porto. “Ringrazio Giovanni – dichiara il Sindaco – per l’impegno profuso nell’incarico che gli era stato affidato nel maggio scorso. L’impegno che Giannerini ha sempre messo per lo sviluppo del porto della nostra città proseguirà quindi con la nomina a liquidatore della società Viareggio Porto.” “Il porto – commenta il Sindaco .- costituisce infatti per l’Amministrazione comunale un asset strategico da mantenere e valorizzare,  anche attraverso l’ingresso nel capitale sociale di soci privati, e le finalità pubblicistiche della Società, la valorizzazione e lo sviluppo del porto turistico, la tutela della cosiddetta “nautica sociale”, il risanamento e lo sviluppo delle aree del Porticciolo di Torre del Lago, adiacenti al Teatro Puccini, sono tutt’ora strategiche per il Comune: è innegabile infatti che dalla valorizzazione di tale asset strategico passa una buona parte delle azioni di risanamento finanziario e di soluzione delle criticità strutturali riscontrate nel bilancio comunale singolo e in quello di ‘Gruppo pubblico locale’. Nonostante la messa in liquidazione della società, la nomina di Giannerini a liquidatore della società va letta in tale ottica, con il dichiarato obiettivo di predisporre un piano industriale in grado di assicurare l’equilibrio economico e finanziario della gestione societaria e di verificare le strade per una concreta valorizzazione della stessa, anche attraverso una attività di advisoring”.

 

 

No comments